F.I.C.E.
Federazione Italiana Circoli Enogastronomici

News in evidenza

INFORMATIVA COVID-19

Volevo informarvi che purtroppo in base a quanto previsto dal Dpcm del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020 recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale che prevede “la sospensione di tutte le iniziative e manifestazioni di qualsiasi natura, di eventi, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa” - le attività della Fice e delle confraternite ad essa iscritte sono sospese fino a data da definirsi; pertanto anche tutti gli eventi in calendario solo sospesi o annullati.
Sarà mia cura informarvi non appena sarà possibile fissare nuove date.  

Spero che questo momento così difficile passi il prima possibile senza problemi di salute per tutti i confratelli e sono sicuro che ripartiremo ancora con più voglia e sempre più uniti. Ci aspetta una sfida dura ma sono sicuro che ripartiremo con ancora più slancio in quanto ritengo che il nostro lavoro sia ancora più importante per salvaguardare le nostre tradizioni e per ricordare sempre l’importanza dell’Italia al mondo.  
Vi chiedo anche un ulteriore sforzo in questo momento nel quale molti di noi rimangono in casa per poter far sentire la nostra voce: sarebbe bello che chi può realizzasse articoli sulle tradizioni, sui prodotti e sulla storia del proprio territorio da inviarmi per poterli condividere con tutti voi e così facendo sentirci sempre vicini.  

Ovviamente la Fice non chiude e io sono a vostra disposizione per ogni vostra proposta o richiesta al mio recapito telefonico o via mail.  

Un abbraccio a tutti voi.  

Il Presidente
Marco Porzio

Leggi
00-fice---logo

INFORMATIVA COVID-19

Volevo informarvi che purtroppo in base a quanto previsto dal Dpcm del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020 recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale che prevede “la sospensione di tutte le iniziative e manifestazioni di qualsiasi natura, di eventi, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa” - le attività della Fice e delle confraternite ad essa iscritte sono sospese fino a data da definirsi; pertanto anche tutti gli eventi in calendario solo sospesi o annullati.
Sarà mia cura informarvi non appena sarà possibile fissare nuove date.  

Spero che questo momento così difficile passi il prima possibile senza problemi di salute per tutti i confratelli e sono sicuro che ripartiremo ancora con più voglia e sempre più uniti. Ci aspetta una sfida dura ma sono sicuro che ripartiremo con ancora più slancio in quanto ritengo che il nostro lavoro sia ancora più importante per salvaguardare le nostre tradizioni e per ricordare sempre l’importanza dell’Italia al mondo.  
Vi chiedo anche un ulteriore sforzo in questo momento nel quale molti di noi rimangono in casa per poter far sentire la nostra voce: sarebbe bello che chi può realizzasse articoli sulle tradizioni, sui prodotti e sulla storia del proprio territorio da inviarmi per poterli condividere con tutti voi e così facendo sentirci sempre vicini.  

Ovviamente la Fice non chiude e io sono a vostra disposizione per ogni vostra proposta o richiesta al mio recapito telefonico o via mail.  

Un abbraccio a tutti voi.  

Il Presidente
Marco Porzio

FUJOT D'ORO AGLI OPERATORI SANITARI

Conclusa la 24° Edizione della Festa della Bagna Caoda

Rispettato il protocollo per gli appuntamenti gastronomici.

E' calato il sipario sulla 24° edizione della Festa della Bagna Caoda, svoltasi in un contesto quantomai insolito: infatti, dai consueti bagni di folla a cui si era abituati, si è passati ad ingressi su prenotazione, con posti distanziati, nel rispetto delle limitazioni impostedalle linee giuda nazionali sulla sicurezza.

La manifestazione ha celebrato, nella serata inaugurale di Gioved' 8 Ottobre, gli operatori sanitari Faulesi impegnati nei difficili giorni di pandemia, che per mano del Sindaco di Faule e confratello della Confraternita della Bagna Caoda Giuseppe Scarafia sono stati premiati con il "Fujot D'Oro".

Alla serata inaugurale della manifestazione erano presenti anche alcune confraternite e il presidfenmte della Fice Marco Porzio che ha portato i saluti da parte della Federazione Italiana Circoli Enogastronomici testimoniando la voglia di condivisione che ci appartiene sempre più in questi difficili momenti.

Glia appuntamenti gastronomici sono proseguiti, da venerd' 9 a Luned' 12 ottobre, ospitando i pochi fortunati, massimo 200 persone a serata, che sono riusciti a prenotarsi.

"Ringrazio tutte le persone che in questo difficile 2020 - annota il sindaco Scarafia - non hanno voluto perdersi l'appuntamento con la nostra Festa: per noi era un dovere rispondere alle numerose richieste, giunte da più parti".

Gli fa eco Ugo Magnaldi, presidente della Confraternita e della Pro Loco "Ancora una volta i nostri encomiabili volontari hanno saputo creare un ambiente eccezzionale, mettendosi a disposizione con grande spirito di sacrificio: ringrazio tutti per il grande impegno profuso".

Concludiamo evidenziando come la bagna caoda negli ultimi anni, abbia addirittura varcato i confini nazionali, grazie alla promozione e alla valorizzazione di questo prodotto unico:gli organizzatori si augurano che l'importante traguardo del 2021, abbracci un ritorno alla normalità per festeggiare in modo approppriato l'appuntamento con l'edizione numero 25.

Leggi

NOCCIOLA D’ORO A LUCIANA LITTIZZETTO PER I 30 ANNI DI CARRIERA

NOCCIOLA D’ORO A LUCIANA LITTIZZETTO PER I 30 ANNI DI CARRIERA
LA CONFRATERNITA DELLA NOCCIOLA A CHE TEMPO CHE FA PER I 30 ANNI DI CARRIERA DI LUCIANA LITTIZZETTO  

La Confraternita della nocciola di Cortemilia è stata ospite domenica 25 ottobre di Che Tempo che Fa, il programma di Rai Tre condotto da Fabio Fazio. Il sodalizio enogastronomico ha reso omaggio a Luciana Littizzetto per il suo compleanno e per i trent'anni di carriera. La maestra di credenza Giovanna Burdese ha consegnato alla comica torinese il collare della confraternita con l'antico matapane di Cortemilia mentre il gran maestro Ginetto Pellerino e il suo vice Giacomo Ferreri le hanno donato la nocciola d'oro e un mazzo di rami di nocciolo. Insieme a loro anche Tiziana Scavino, attrice della compagnia del Nostro Teatro di Sinio, nel ruolo della contadina Rosina che porta in dono la bagna cauda e le verdure che l’accompagnano.
Dice Pellerino: <Ancora una volta abbiamo avuto l'occasione di fare una bella promozione del paese di Cortemilia, del territorio dell'Alta Langa e della nostra nocciola, considerata la più buona del mondo. Abbiamo offerto a Luciana Littizzetto, che è la nostra Ambasciatrice, a Fabio Fazio, a Filippa Lagerback e a tutti gli operatori presenti un assaggio di prodotti alla nocciola contraddistinti con il marchio Langhe che rende merito alle straordinarie qualità organolettiche del prodotto>.
Nel 2017 la Confraternita aveva nominato Luciana Littizzetto Ambasciatrice della Nocciola Tonda Gentile di Langa nel mondo a seguito del suo esilarante intervento in difesa del marchio “Langhe” durante la trasmissione “Che Tempo Che Fa”. Un incarico che l’attrice torinese dimostra di ricoprire con orgoglio e passione. Nel marzo 2019 partecipò con gli ospiti fissi di Che Tempo Che Fa a un’edizione speciale e ironica de “I Soliti Ignoti” con Fabio Fazio conduttore e Amadeus nell’insolito ruolo di concorrente. L’identità segreta della simpatica Lucianina era quella di Ambasciatrice della nocciola tonda gentile di Langa nel mondo. .

Leggi

L’ANTICA CUNSURTARIJA DAL TAPULON DI BORGOMANERO DI NUOVO ALLA RIBALTA

L’ANTICA CUNSURTARIJA DAL TAPULON DI BORGOMANERO DI NUOVO ALLA RIBALTA SULLE RETI TELEVISIVE NAZIONALI

L’Antica Cunsurtarija dal Tapulon di Borgomanero è stata ospite domenica 8 novembre dell’edizione delle 18,30 di “Studio Aperto” il telegiornale di Italia 1.

Il servizio, curato dal giornalista Marco Graziano era stato "girato” a febbraio nella “cantina” del Museo della Civiltà agricola “La Manèra” situato nella frazione borgomanerese di  Santa Cristina ma non era stato subito trasmesso a seguito delle modifiche al palinsesto televisivo di Mediaset dovute al coronavirus.
 

Delle origini del tapulone a cui nella primavera scorsa era stata attribuita la De.Co. (denominazione comunale), della ricetta originale e delle attività della Cunsurtarija hanno parlato il presidente Carlo Panizza, lo storico Alfredo Papale e Tiziano Godio “patron” della Trattoria del Ciclista di via Rosmini 34, sede dell’associazione enogastronomica.

Con loro sono intervenuti i soci Mauro Borzini, Gianni Zaninetti, il Cerimoniere Gigi Mercalli e Daniele Godio che ha accompagnato i telespettatori nella visita al museo.
 

Non è prima volta che l’Antica Cunsurtarija dal Tapulon “buca” il piccolo schermo: tre anni fa, l’8 aprile 2017 il tapulone e la Cunsurtarija  furono protagonisti di una puntata di “Ricette all’italiana” condotta dalla piazza principale di Borgomanero e dal parco di Villa Marazza, da Davide Mengacci su Rete 4.

Nella foto, alcuni soci della Antica Cunsurtarija dal Tapulon con il giornalista Marco Graziano e i responsabili del Museo della Civiltà Agricola nella cui caratteristica “cantina” sono state “girate” le riprese televisive prima del lockdown.

Leggi

TUTTO STOCCAFISSO ALL'ANCONITANA

TUTTO STOCCAFISSO ALL'ANCONITANA: Stoccafisso diffuso ed eventi all'aperto durante l'estate.  

L'Accademia dello Stoccafisso ha organizzato alcune serate conviviali che si sono svolte nel periodo dal 22 Ottobre al 5 Novembre, in tre diversi ristoranti, con menù variabili dedicati allo stoccafisso all'anconitana.

L'evento è stato deciso dal Consiglio Direttivo dell'Accademia dello Stoccafisso all'Anconitana, stante il perdurare dell'emergenza Coronavirus, in sostituzione della manifestazione Stoccafissando 2020 che non poteva essere realizzata per motivi di sicurezza. Una manifestazione che, per sua natura, ospita circa 300 persone, e con le restrizioni dettate dalla vigente normativa anticovid  necessitava di una sede che potesse accoglierne più del doppio.

Il direttivo quindi, ha promosso incontri diffusi, nel massimo rispetto del distanziamento e di tutte le cautele previste dalla legge in tre ristoranti importanti della città di Ancona,  La Degosteria, La Moretta, e la Trattoria Carotti.

Incontri molto graditi dai soci e commensali che hanno permesso anche di vivacizzare serate e pranzi e sostenere le attività dei ristoratori che stanno attraversando un  periodo veramente critico, ancora più complesso per le ulteriori restrizioni imposte dall'ultimo DPCM. Non solo, abbiamo abbinato a questi incontri anche la possibilità di effettuare l'asporto per poter gustare il nostro piatto in famiglia in tutta tranquillità.

E' stata una iniziativa di grande successo, che ha fatto seguito a diversi eventi svolti durante l'estate con cene all'aperto  al Ristorante l'Arnia del Cuciniere di Falconara, da Elis al Conero Golf di Sirolo che ci avevano consentito di essere insieme in 100/150 tra soci ed ospiti, rispettando sempre la normativa sul distanziamento.
Inoltre l'Accademia dello Stoccafisso ha partecipato il 10 ed 11 ottobre, nel pomeriggio, presso il Magazzino Tabacchi della Mole Vanvitelliana al Festival di Tipicità in Blu, con degustazioni di varie specialità gastronomiche tra cui spicca il nostro Stoccafisso all'Anconitana nell'interpretazione della Trattoria Carotti (sabato 10) e del Ristorante Gino (domenica 11). 

Eventi tutti che hanno consentito  ai partecipanti di superare il periodo cupo dell'isolamento imposto dal covid e di ravvivare le relazioni fra i soci ed i simpatizzanti dello stoccafisso.

Leggi

FUJOT D'ORO AGLI OPERATORI SANITARI

Conclusa la 24° Edizione della Festa della Bagna Caoda

Rispettato il protocollo per gli appuntamenti gastronomici.

E' calato il sipario sulla 24° edizione della Festa della Bagna Caoda, svoltasi in un contesto quantomai insolito: infatti, dai consueti bagni di folla a cui si era abituati, si è passati ad ingressi su prenotazione, con posti distanziati, nel rispetto delle limitazioni impostedalle linee giuda nazionali sulla sicurezza.

La manifestazione ha celebrato, nella serata inaugurale di Gioved' 8 Ottobre, gli operatori sanitari Faulesi impegnati nei difficili giorni di pandemia, che per mano del Sindaco di Faule e confratello della Confraternita della Bagna Caoda Giuseppe Scarafia sono stati premiati con il "Fujot D'Oro".

Alla serata inaugurale della manifestazione erano presenti anche alcune confraternite e il presidfenmte della Fice Marco Porzio che ha portato i saluti da parte della Federazione Italiana Circoli Enogastronomici testimoniando la voglia di condivisione che ci appartiene sempre più in questi difficili momenti.

Glia appuntamenti gastronomici sono proseguiti, da venerd' 9 a Luned' 12 ottobre, ospitando i pochi fortunati, massimo 200 persone a serata, che sono riusciti a prenotarsi.

"Ringrazio tutte le persone che in questo difficile 2020 - annota il sindaco Scarafia - non hanno voluto perdersi l'appuntamento con la nostra Festa: per noi era un dovere rispondere alle numerose richieste, giunte da più parti".

Gli fa eco Ugo Magnaldi, presidente della Confraternita e della Pro Loco "Ancora una volta i nostri encomiabili volontari hanno saputo creare un ambiente eccezzionale, mettendosi a disposizione con grande spirito di sacrificio: ringrazio tutti per il grande impegno profuso".

Concludiamo evidenziando come la bagna caoda negli ultimi anni, abbia addirittura varcato i confini nazionali, grazie alla promozione e alla valorizzazione di questo prodotto unico:gli organizzatori si augurano che l'importante traguardo del 2021, abbracci un ritorno alla normalità per festeggiare in modo approppriato l'appuntamento con l'edizione numero 25.

NOCCIOLA D’ORO A LUCIANA LITTIZZETTO PER I 30 ANNI DI CARRIERA

NOCCIOLA D’ORO A LUCIANA LITTIZZETTO PER I 30 ANNI DI CARRIERA
LA CONFRATERNITA DELLA NOCCIOLA A CHE TEMPO CHE FA PER I 30 ANNI DI CARRIERA DI LUCIANA LITTIZZETTO  

La Confraternita della nocciola di Cortemilia è stata ospite domenica 25 ottobre di Che Tempo che Fa, il programma di Rai Tre condotto da Fabio Fazio. Il sodalizio enogastronomico ha reso omaggio a Luciana Littizzetto per il suo compleanno e per i trent'anni di carriera. La maestra di credenza Giovanna Burdese ha consegnato alla comica torinese il collare della confraternita con l'antico matapane di Cortemilia mentre il gran maestro Ginetto Pellerino e il suo vice Giacomo Ferreri le hanno donato la nocciola d'oro e un mazzo di rami di nocciolo. Insieme a loro anche Tiziana Scavino, attrice della compagnia del Nostro Teatro di Sinio, nel ruolo della contadina Rosina che porta in dono la bagna cauda e le verdure che l’accompagnano.
Dice Pellerino: <Ancora una volta abbiamo avuto l'occasione di fare una bella promozione del paese di Cortemilia, del territorio dell'Alta Langa e della nostra nocciola, considerata la più buona del mondo. Abbiamo offerto a Luciana Littizzetto, che è la nostra Ambasciatrice, a Fabio Fazio, a Filippa Lagerback e a tutti gli operatori presenti un assaggio di prodotti alla nocciola contraddistinti con il marchio Langhe che rende merito alle straordinarie qualità organolettiche del prodotto>.
Nel 2017 la Confraternita aveva nominato Luciana Littizzetto Ambasciatrice della Nocciola Tonda Gentile di Langa nel mondo a seguito del suo esilarante intervento in difesa del marchio “Langhe” durante la trasmissione “Che Tempo Che Fa”. Un incarico che l’attrice torinese dimostra di ricoprire con orgoglio e passione. Nel marzo 2019 partecipò con gli ospiti fissi di Che Tempo Che Fa a un’edizione speciale e ironica de “I Soliti Ignoti” con Fabio Fazio conduttore e Amadeus nell’insolito ruolo di concorrente. L’identità segreta della simpatica Lucianina era quella di Ambasciatrice della nocciola tonda gentile di Langa nel mondo. .

L’ANTICA CUNSURTARIJA DAL TAPULON DI BORGOMANERO DI NUOVO ALLA RIBALTA

L’ANTICA CUNSURTARIJA DAL TAPULON DI BORGOMANERO DI NUOVO ALLA RIBALTA SULLE RETI TELEVISIVE NAZIONALI

L’Antica Cunsurtarija dal Tapulon di Borgomanero è stata ospite domenica 8 novembre dell’edizione delle 18,30 di “Studio Aperto” il telegiornale di Italia 1.

Il servizio, curato dal giornalista Marco Graziano era stato "girato” a febbraio nella “cantina” del Museo della Civiltà agricola “La Manèra” situato nella frazione borgomanerese di  Santa Cristina ma non era stato subito trasmesso a seguito delle modifiche al palinsesto televisivo di Mediaset dovute al coronavirus.
 

Delle origini del tapulone a cui nella primavera scorsa era stata attribuita la De.Co. (denominazione comunale), della ricetta originale e delle attività della Cunsurtarija hanno parlato il presidente Carlo Panizza, lo storico Alfredo Papale e Tiziano Godio “patron” della Trattoria del Ciclista di via Rosmini 34, sede dell’associazione enogastronomica.

Con loro sono intervenuti i soci Mauro Borzini, Gianni Zaninetti, il Cerimoniere Gigi Mercalli e Daniele Godio che ha accompagnato i telespettatori nella visita al museo.
 

Non è prima volta che l’Antica Cunsurtarija dal Tapulon “buca” il piccolo schermo: tre anni fa, l’8 aprile 2017 il tapulone e la Cunsurtarija  furono protagonisti di una puntata di “Ricette all’italiana” condotta dalla piazza principale di Borgomanero e dal parco di Villa Marazza, da Davide Mengacci su Rete 4.

Nella foto, alcuni soci della Antica Cunsurtarija dal Tapulon con il giornalista Marco Graziano e i responsabili del Museo della Civiltà Agricola nella cui caratteristica “cantina” sono state “girate” le riprese televisive prima del lockdown.

TUTTO STOCCAFISSO ALL'ANCONITANA

TUTTO STOCCAFISSO ALL'ANCONITANA: Stoccafisso diffuso ed eventi all'aperto durante l'estate.  

L'Accademia dello Stoccafisso ha organizzato alcune serate conviviali che si sono svolte nel periodo dal 22 Ottobre al 5 Novembre, in tre diversi ristoranti, con menù variabili dedicati allo stoccafisso all'anconitana.

L'evento è stato deciso dal Consiglio Direttivo dell'Accademia dello Stoccafisso all'Anconitana, stante il perdurare dell'emergenza Coronavirus, in sostituzione della manifestazione Stoccafissando 2020 che non poteva essere realizzata per motivi di sicurezza. Una manifestazione che, per sua natura, ospita circa 300 persone, e con le restrizioni dettate dalla vigente normativa anticovid  necessitava di una sede che potesse accoglierne più del doppio.

Il direttivo quindi, ha promosso incontri diffusi, nel massimo rispetto del distanziamento e di tutte le cautele previste dalla legge in tre ristoranti importanti della città di Ancona,  La Degosteria, La Moretta, e la Trattoria Carotti.

Incontri molto graditi dai soci e commensali che hanno permesso anche di vivacizzare serate e pranzi e sostenere le attività dei ristoratori che stanno attraversando un  periodo veramente critico, ancora più complesso per le ulteriori restrizioni imposte dall'ultimo DPCM. Non solo, abbiamo abbinato a questi incontri anche la possibilità di effettuare l'asporto per poter gustare il nostro piatto in famiglia in tutta tranquillità.

E' stata una iniziativa di grande successo, che ha fatto seguito a diversi eventi svolti durante l'estate con cene all'aperto  al Ristorante l'Arnia del Cuciniere di Falconara, da Elis al Conero Golf di Sirolo che ci avevano consentito di essere insieme in 100/150 tra soci ed ospiti, rispettando sempre la normativa sul distanziamento.
Inoltre l'Accademia dello Stoccafisso ha partecipato il 10 ed 11 ottobre, nel pomeriggio, presso il Magazzino Tabacchi della Mole Vanvitelliana al Festival di Tipicità in Blu, con degustazioni di varie specialità gastronomiche tra cui spicca il nostro Stoccafisso all'Anconitana nell'interpretazione della Trattoria Carotti (sabato 10) e del Ristorante Gino (domenica 11). 

Eventi tutti che hanno consentito  ai partecipanti di superare il periodo cupo dell'isolamento imposto dal covid e di ravvivare le relazioni fra i soci ed i simpatizzanti dello stoccafisso.