logo confraternita
accademia dello stoccafisso all'anconitana
ANCONA - MARCHE

TUTTO STOCCAFISSO ALL'ANCONITANA

TUTTO STOCCAFISSO ALL'ANCONITANA: Stoccafisso diffuso ed eventi all'aperto durante l'estate.  

L'Accademia dello Stoccafisso ha organizzato alcune serate conviviali che si sono svolte nel periodo dal 22 Ottobre al 5 Novembre, in tre diversi ristoranti, con menù variabili dedicati allo stoccafisso all'anconitana.

L'evento è stato deciso dal Consiglio Direttivo dell'Accademia dello Stoccafisso all'Anconitana, stante il perdurare dell'emergenza Coronavirus, in sostituzione della manifestazione Stoccafissando 2020 che non poteva essere realizzata per motivi di sicurezza. Una manifestazione che, per sua natura, ospita circa 300 persone, e con le restrizioni dettate dalla vigente normativa anticovid  necessitava di una sede che potesse accoglierne più del doppio.

Il direttivo quindi, ha promosso incontri diffusi, nel massimo rispetto del distanziamento e di tutte le cautele previste dalla legge in tre ristoranti importanti della città di Ancona,  La Degosteria, La Moretta, e la Trattoria Carotti.

Incontri molto graditi dai soci e commensali che hanno permesso anche di vivacizzare serate e pranzi e sostenere le attività dei ristoratori che stanno attraversando un  periodo veramente critico, ancora più complesso per le ulteriori restrizioni imposte dall'ultimo DPCM. Non solo, abbiamo abbinato a questi incontri anche la possibilità di effettuare l'asporto per poter gustare il nostro piatto in famiglia in tutta tranquillità.

E' stata una iniziativa di grande successo, che ha fatto seguito a diversi eventi svolti durante l'estate con cene all'aperto  al Ristorante l'Arnia del Cuciniere di Falconara, da Elis al Conero Golf di Sirolo che ci avevano consentito di essere insieme in 100/150 tra soci ed ospiti, rispettando sempre la normativa sul distanziamento.
Inoltre l'Accademia dello Stoccafisso ha partecipato il 10 ed 11 ottobre, nel pomeriggio, presso il Magazzino Tabacchi della Mole Vanvitelliana al Festival di Tipicità in Blu, con degustazioni di varie specialità gastronomiche tra cui spicca il nostro Stoccafisso all'Anconitana nell'interpretazione della Trattoria Carotti (sabato 10) e del Ristorante Gino (domenica 11). 

Eventi tutti che hanno consentito  ai partecipanti di superare il periodo cupo dell'isolamento imposto dal covid e di ravvivare le relazioni fra i soci ed i simpatizzanti dello stoccafisso.

Leggi

L’ACCADEMIA DELLO STOCCAFISSO ALL’ANCONITANA ha rinnovato il direttivo

L’ACCADEMIA DELLO STOCCAFISSO ALL’ANCONITANA ha rinnovato il direttivo.

Pericle Truja Presidente e Aldo Amleto Roscioni Vice Presidente, Brutti Segretario e Gasparoni Tesoriere
 

L’assembla dei soci dell’Accademia dello Stoccafisso all’Anconitana riunitasi recentemente ha provveduto agli adempimenti statutari e dopo l’approvazione dei bilanci consuntivo 2019 e preventivo 2020 ha provveduto per acclamazione a rinnovare il proprio direttivo per il triennio 2020-2022.

Presidente è stato riconfermato Pericle Truja e vice presidente è stato eletto Aldo Amleto Roscioni, socio fondatore dell’Accademia, mentre consiglieri sono stati eletti Ascoli Marchetti Marco, Brutti Elio, Gasparoni Gilberto, Mengarelli Cassandra, Pellegrini Massimo, Pietroni Marta, Pistoli Andrea, Sartini Giorgio, Tiriduzzi Mauro.

Il nuovo consiglio ha affidato gli incarichi di Segretario ad Elio Brutti e di tesoriere a Gilberto Gasparoni. Per il Collegio dei Revisori Gioia Andrea nominato Presidente, e componenti Niccolaini Patrizia ed Ulisse Bruno, mentre per il collegio dei Probiviri Galeazzi Annalisa Presidente e Giannini Sandro e Giannoni Ivo componenti.


Nella relazione del Presidente Truja, approvata all’unanimità dai soci, è stato ripercorso l’inteso lavoro svolto dall’Accademia che in questo periodo ha raddoppiato il numero dei soci e messo in atto iniziative importanti che ha visto nel primo semestre, nonostante il blocco causato dal Covid-19, ben cinque eventi, dalle conviviali nel Ristorante da Gino di Febbraio, a quelle di S. Ciriaco con 330 commensali e del 2 giugno con 420 partecipanti ed infine quella all’Arnia del Cuciniere di Falconara Alta con circa 120 persone. Una attività che ha portato l’Accademia ad essere parte integrante della città di Ancona con i due eventi che hanno visto sei ristoratori coinvolti e ben 750 cittadini che hanno gustato il prelibato piatto dello stoccafisso all’anconitana con produzioni sostanzialmente locali compresi i vini sempre molto graditi e ricercati. Da non trascurare poi la donazione effettuata a favore della Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona per l’acquisto di strumentazioni necessarie a sostenere le terapie a favore degli ammalati di Covid-19. Un’Accademia che in un momento veramente difficile e di grande isolamento dei cittadini, è stata vicina coinvolgendo, non solo i soci, la città intera, ma anche i ristoratori che hanno sofferto le difficoltà della chiusura a causa della pandemia.

Il nuovo gruppo dirigente ha visto l’ingresso di uomini, donne e giovani e provvederà nei prossimi giorni ad affidare incarichi di responsabilità ai propri componenti ed a stilare un nutrito programma di attività che diffonderà ancora di più la tipicità dello stoccafisso nell’area vasta anconetana. Un ringraziamento è stato rivolto dal Presidente Truja alle Autorità Locali ed alle istituzioni che sono state vicino all’Accademia ed ai suoi soci, incoraggiandoli anche su queste attività innovative e solidaristiche verso la popolazione.

Leggi

L’accademia dello Stoccafisso all’Arnia del Cuciniere

L’accademia dello Stoccafisso all’Arnia del Cuciniere, conquista Falconara  

Con l'evento “Incontriamoci alla luce delle stelle”, promosso dall'Accademiadello stoccafisso all'anconitana, tenutosi a Falconara Alta, presso il Ristorante l’Arnia del Cuciniere dello chef Claudio Api, è stata conquistata Falconara.

Una serata, organizzata nei dettagli, in cui gli oltre cento commensali presenti, hanno posto fine a tre mesi di lock-down.

Il panorama sul golfo, il tramonto sul mare prima ed il cielo stellato poi, hanno creato l'ambientazione ideale alla degustazione di un menù raffinato appositamente studiato dal proprietario e chef Claudio Api. Antipasto: Claudio e il baccalà... in 3 versioni, primo piatto: maccheroni del Pastificio Marinelli di Osimo, al sugo bianco di melanzane e scaglie di stoccafisso, secondo piatto: stoccafisso all'anconitana, dessert: focaccia dolce con mousse allo zabaione e gelè di fragole.

Ma non solo cibo.
Presentazione del libro “Dietro la scena" del consigliere Marco Ascoli Marchetti, dove in una serie di racconti, vengono narrate le paure e i pensieri di chi nell'esistenza si è trovato ad affrontare eventi travolgenti sia della vita affettiva, che lavorativa e sociale.

Hanno arricchito la serata, il tecnico Sig. Emanuele Benedetti, in rappresentanza della Cantina Umani Ronchi fornitrice dei vini prescelti, con l'illustrazione dei medesimi e gli interventi del Presidente Avv. Pericle Truja.
Egli aprendo la serata, ha evidenziato la sintonia tra l'Accademia e quegli chef che prediligono nella loro cucina, le eccellenze del territorio al fine di valorizzarle e farle conoscere, siano esse paste, vini, oli, contorni vari e sapori rivisitati; ha fatto riferimento alle più recenti iniziative dell'Accademia che in periodo di isolamento Covid, ha inteso essere vicina ai Soci ed ai Ristoratori, organizzando il 4 Maggio festa del Patrono di Ancona ed Il 2 Giugno, festa della Repubblica, due eventi che hanno visto la consegna a domicilio di ben 750 porzioni di stoccafisso nelle case degli anconetani e non solo. Il piatto tradizionale del capoluogo in tutte le case, a Falconara, Jesi, Senigallia, Osimo, Camerano....

Una conviviale a distanza con invio di foto e filmati che documentavano il gradimento dei piatti preparati da ben sei Ristoranti: Ristorante Gino, Trattoria Carotti, Arnia del Cuciniere, Degosteria, Osteria della Piazza, Cantinetta del Conero. Una esperienza che ha mostrato come i tempi siano maturi perché l'Accademia dello Stoccafisso all'Anconitana si faccia carico di estendere la cultura del piatto tipico di Ancona, a tutto il suo interland.

Si è chiuso il tutto con i ringraziamenti di rito : il Vice Sindaco di Falconara dr. Raimondo Mondaini, per la presenza e la collaborazione, lo chef Claudio Api, i rappresentanti dell’Accademia che si sono prodigati per la riuscita della bella serata, gli addetti alla ristorazione Cassandra Mengarelli ed Aldo Roscioni, il segretario Elio Brutti, il tesoriere Gilberto Gasparoni, il consigliere Marco Ascoli.

Una serata con tavoli imbanditi di squisitezze, sotto il cielo di Falconara coperto di stelle, che ha reso magico l'evento.

Leggi

LO STOCCAFISSO CONQUISTA ANCONA

LO STOCCAFISSO CONQUISTA ANCONA: oltre 400 piatti nella ricorrenza del 2 giugno, 750 con l'evento di S. Ciriaco.

La ricetta dello stoccafisso all’Anconitana è stata riproposta dall'Accademia nella ricorrenza del due giugno alla città di Ancona e non solo, che ha risposto alla grande. 415 piatti sono stati "gustati" dagli amanti dello stoccafisso, mangiati presso le loro abitazioni e serviti da ben sei ristoranti.  Hanno partecipato a questa "conviviale virtuale" Il Ristorante Gino, la Trattoria Carotti, la Degosteria, e l'Osteria della Piazza, tutti di Ancona, L'Arnia del Cuciniere di Falconara e la Cantinetta del Conero di Osimo.
Un grande successo che si aggiunge a quello del 4 maggio in occasione di San Ciriaco che hanno visto allora la partecipazione di 330 commensali.


Lo stoccafisso all'anconetana è sempre più gradito e ricercato tanto che ben 750 persone lo hanno degustato, pur in presenza delle limitazioni da Covid -19; ma l'amore per questa tipicità non ha ostacoli.

Il Presidente dell'Accademia dello Stoccafisso all'Anconitana Pericle Truja ed il segretario Elio Brutti, ringraziano i ristoratori ed i coordinatori degli eventi dell'Accademia, Cassandra Mengarelli e Aldo Roscioni che si sono impegnati in questi grandi eventi, che hanno coinvolto la città di Ancona ma anche i territori vicini facendo crescere la conoscenza di questa tipicità e sostenendo i ristoratori che stanno attraversando un difficile momento economico derivante dalla sospensione dell'attività. Una tradizione che grazie all’”Accademia dello stoccafisso all’anconitana“, è giunta fino ai giorni nostri e cresce sempre di più.

L’associazione nata con l’obiettivo di tutelare la tipicità del piatto è molto attiva e grazie al suo impegno e alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale dorica che nel 2015 lo Stoccafisso all’Anconitana ha ottenuto la DE.CO (denominazione comunale) “ quale identitario del territorio, parte integrante della sua cultura e strumento di promozione dell’enogastronomia locale”.

La ricetta si conferma dopo diversi confronti tra i vari chef che hanno perfezionato il piatto che oggi viene presentato anche con caratteristiche diverse, secondo le propensioni dei vari ristoratori,  con ingredienti dettati dal nostro disciplinare. 
 

Leggi

TUTTO STOCCAFISSO ALL'ANCONITANA

TUTTO STOCCAFISSO ALL'ANCONITANA: Stoccafisso diffuso ed eventi all'aperto durante l'estate.  

L'Accademia dello Stoccafisso ha organizzato alcune serate conviviali che si sono svolte nel periodo dal 22 Ottobre al 5 Novembre, in tre diversi ristoranti, con menù variabili dedicati allo stoccafisso all'anconitana.

L'evento è stato deciso dal Consiglio Direttivo dell'Accademia dello Stoccafisso all'Anconitana, stante il perdurare dell'emergenza Coronavirus, in sostituzione della manifestazione Stoccafissando 2020 che non poteva essere realizzata per motivi di sicurezza. Una manifestazione che, per sua natura, ospita circa 300 persone, e con le restrizioni dettate dalla vigente normativa anticovid  necessitava di una sede che potesse accoglierne più del doppio.

Il direttivo quindi, ha promosso incontri diffusi, nel massimo rispetto del distanziamento e di tutte le cautele previste dalla legge in tre ristoranti importanti della città di Ancona,  La Degosteria, La Moretta, e la Trattoria Carotti.

Incontri molto graditi dai soci e commensali che hanno permesso anche di vivacizzare serate e pranzi e sostenere le attività dei ristoratori che stanno attraversando un  periodo veramente critico, ancora più complesso per le ulteriori restrizioni imposte dall'ultimo DPCM. Non solo, abbiamo abbinato a questi incontri anche la possibilità di effettuare l'asporto per poter gustare il nostro piatto in famiglia in tutta tranquillità.

E' stata una iniziativa di grande successo, che ha fatto seguito a diversi eventi svolti durante l'estate con cene all'aperto  al Ristorante l'Arnia del Cuciniere di Falconara, da Elis al Conero Golf di Sirolo che ci avevano consentito di essere insieme in 100/150 tra soci ed ospiti, rispettando sempre la normativa sul distanziamento.
Inoltre l'Accademia dello Stoccafisso ha partecipato il 10 ed 11 ottobre, nel pomeriggio, presso il Magazzino Tabacchi della Mole Vanvitelliana al Festival di Tipicità in Blu, con degustazioni di varie specialità gastronomiche tra cui spicca il nostro Stoccafisso all'Anconitana nell'interpretazione della Trattoria Carotti (sabato 10) e del Ristorante Gino (domenica 11). 

Eventi tutti che hanno consentito  ai partecipanti di superare il periodo cupo dell'isolamento imposto dal covid e di ravvivare le relazioni fra i soci ed i simpatizzanti dello stoccafisso.

L’ACCADEMIA DELLO STOCCAFISSO ALL’ANCONITANA ha rinnovato il direttivo

L’ACCADEMIA DELLO STOCCAFISSO ALL’ANCONITANA ha rinnovato il direttivo.

Pericle Truja Presidente e Aldo Amleto Roscioni Vice Presidente, Brutti Segretario e Gasparoni Tesoriere
 

L’assembla dei soci dell’Accademia dello Stoccafisso all’Anconitana riunitasi recentemente ha provveduto agli adempimenti statutari e dopo l’approvazione dei bilanci consuntivo 2019 e preventivo 2020 ha provveduto per acclamazione a rinnovare il proprio direttivo per il triennio 2020-2022.

Presidente è stato riconfermato Pericle Truja e vice presidente è stato eletto Aldo Amleto Roscioni, socio fondatore dell’Accademia, mentre consiglieri sono stati eletti Ascoli Marchetti Marco, Brutti Elio, Gasparoni Gilberto, Mengarelli Cassandra, Pellegrini Massimo, Pietroni Marta, Pistoli Andrea, Sartini Giorgio, Tiriduzzi Mauro.

Il nuovo consiglio ha affidato gli incarichi di Segretario ad Elio Brutti e di tesoriere a Gilberto Gasparoni. Per il Collegio dei Revisori Gioia Andrea nominato Presidente, e componenti Niccolaini Patrizia ed Ulisse Bruno, mentre per il collegio dei Probiviri Galeazzi Annalisa Presidente e Giannini Sandro e Giannoni Ivo componenti.


Nella relazione del Presidente Truja, approvata all’unanimità dai soci, è stato ripercorso l’inteso lavoro svolto dall’Accademia che in questo periodo ha raddoppiato il numero dei soci e messo in atto iniziative importanti che ha visto nel primo semestre, nonostante il blocco causato dal Covid-19, ben cinque eventi, dalle conviviali nel Ristorante da Gino di Febbraio, a quelle di S. Ciriaco con 330 commensali e del 2 giugno con 420 partecipanti ed infine quella all’Arnia del Cuciniere di Falconara Alta con circa 120 persone. Una attività che ha portato l’Accademia ad essere parte integrante della città di Ancona con i due eventi che hanno visto sei ristoratori coinvolti e ben 750 cittadini che hanno gustato il prelibato piatto dello stoccafisso all’anconitana con produzioni sostanzialmente locali compresi i vini sempre molto graditi e ricercati. Da non trascurare poi la donazione effettuata a favore della Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona per l’acquisto di strumentazioni necessarie a sostenere le terapie a favore degli ammalati di Covid-19. Un’Accademia che in un momento veramente difficile e di grande isolamento dei cittadini, è stata vicina coinvolgendo, non solo i soci, la città intera, ma anche i ristoratori che hanno sofferto le difficoltà della chiusura a causa della pandemia.

Il nuovo gruppo dirigente ha visto l’ingresso di uomini, donne e giovani e provvederà nei prossimi giorni ad affidare incarichi di responsabilità ai propri componenti ed a stilare un nutrito programma di attività che diffonderà ancora di più la tipicità dello stoccafisso nell’area vasta anconetana. Un ringraziamento è stato rivolto dal Presidente Truja alle Autorità Locali ed alle istituzioni che sono state vicino all’Accademia ed ai suoi soci, incoraggiandoli anche su queste attività innovative e solidaristiche verso la popolazione.

L’accademia dello Stoccafisso all’Arnia del Cuciniere

L’accademia dello Stoccafisso all’Arnia del Cuciniere, conquista Falconara  

Con l'evento “Incontriamoci alla luce delle stelle”, promosso dall'Accademiadello stoccafisso all'anconitana, tenutosi a Falconara Alta, presso il Ristorante l’Arnia del Cuciniere dello chef Claudio Api, è stata conquistata Falconara.

Una serata, organizzata nei dettagli, in cui gli oltre cento commensali presenti, hanno posto fine a tre mesi di lock-down.

Il panorama sul golfo, il tramonto sul mare prima ed il cielo stellato poi, hanno creato l'ambientazione ideale alla degustazione di un menù raffinato appositamente studiato dal proprietario e chef Claudio Api. Antipasto: Claudio e il baccalà... in 3 versioni, primo piatto: maccheroni del Pastificio Marinelli di Osimo, al sugo bianco di melanzane e scaglie di stoccafisso, secondo piatto: stoccafisso all'anconitana, dessert: focaccia dolce con mousse allo zabaione e gelè di fragole.

Ma non solo cibo.
Presentazione del libro “Dietro la scena" del consigliere Marco Ascoli Marchetti, dove in una serie di racconti, vengono narrate le paure e i pensieri di chi nell'esistenza si è trovato ad affrontare eventi travolgenti sia della vita affettiva, che lavorativa e sociale.

Hanno arricchito la serata, il tecnico Sig. Emanuele Benedetti, in rappresentanza della Cantina Umani Ronchi fornitrice dei vini prescelti, con l'illustrazione dei medesimi e gli interventi del Presidente Avv. Pericle Truja.
Egli aprendo la serata, ha evidenziato la sintonia tra l'Accademia e quegli chef che prediligono nella loro cucina, le eccellenze del territorio al fine di valorizzarle e farle conoscere, siano esse paste, vini, oli, contorni vari e sapori rivisitati; ha fatto riferimento alle più recenti iniziative dell'Accademia che in periodo di isolamento Covid, ha inteso essere vicina ai Soci ed ai Ristoratori, organizzando il 4 Maggio festa del Patrono di Ancona ed Il 2 Giugno, festa della Repubblica, due eventi che hanno visto la consegna a domicilio di ben 750 porzioni di stoccafisso nelle case degli anconetani e non solo. Il piatto tradizionale del capoluogo in tutte le case, a Falconara, Jesi, Senigallia, Osimo, Camerano....

Una conviviale a distanza con invio di foto e filmati che documentavano il gradimento dei piatti preparati da ben sei Ristoranti: Ristorante Gino, Trattoria Carotti, Arnia del Cuciniere, Degosteria, Osteria della Piazza, Cantinetta del Conero. Una esperienza che ha mostrato come i tempi siano maturi perché l'Accademia dello Stoccafisso all'Anconitana si faccia carico di estendere la cultura del piatto tipico di Ancona, a tutto il suo interland.

Si è chiuso il tutto con i ringraziamenti di rito : il Vice Sindaco di Falconara dr. Raimondo Mondaini, per la presenza e la collaborazione, lo chef Claudio Api, i rappresentanti dell’Accademia che si sono prodigati per la riuscita della bella serata, gli addetti alla ristorazione Cassandra Mengarelli ed Aldo Roscioni, il segretario Elio Brutti, il tesoriere Gilberto Gasparoni, il consigliere Marco Ascoli.

Una serata con tavoli imbanditi di squisitezze, sotto il cielo di Falconara coperto di stelle, che ha reso magico l'evento.

LO STOCCAFISSO CONQUISTA ANCONA

LO STOCCAFISSO CONQUISTA ANCONA: oltre 400 piatti nella ricorrenza del 2 giugno, 750 con l'evento di S. Ciriaco.

La ricetta dello stoccafisso all’Anconitana è stata riproposta dall'Accademia nella ricorrenza del due giugno alla città di Ancona e non solo, che ha risposto alla grande. 415 piatti sono stati "gustati" dagli amanti dello stoccafisso, mangiati presso le loro abitazioni e serviti da ben sei ristoranti.  Hanno partecipato a questa "conviviale virtuale" Il Ristorante Gino, la Trattoria Carotti, la Degosteria, e l'Osteria della Piazza, tutti di Ancona, L'Arnia del Cuciniere di Falconara e la Cantinetta del Conero di Osimo.
Un grande successo che si aggiunge a quello del 4 maggio in occasione di San Ciriaco che hanno visto allora la partecipazione di 330 commensali.


Lo stoccafisso all'anconetana è sempre più gradito e ricercato tanto che ben 750 persone lo hanno degustato, pur in presenza delle limitazioni da Covid -19; ma l'amore per questa tipicità non ha ostacoli.

Il Presidente dell'Accademia dello Stoccafisso all'Anconitana Pericle Truja ed il segretario Elio Brutti, ringraziano i ristoratori ed i coordinatori degli eventi dell'Accademia, Cassandra Mengarelli e Aldo Roscioni che si sono impegnati in questi grandi eventi, che hanno coinvolto la città di Ancona ma anche i territori vicini facendo crescere la conoscenza di questa tipicità e sostenendo i ristoratori che stanno attraversando un difficile momento economico derivante dalla sospensione dell'attività. Una tradizione che grazie all’”Accademia dello stoccafisso all’anconitana“, è giunta fino ai giorni nostri e cresce sempre di più.

L’associazione nata con l’obiettivo di tutelare la tipicità del piatto è molto attiva e grazie al suo impegno e alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale dorica che nel 2015 lo Stoccafisso all’Anconitana ha ottenuto la DE.CO (denominazione comunale) “ quale identitario del territorio, parte integrante della sua cultura e strumento di promozione dell’enogastronomia locale”.

La ricetta si conferma dopo diversi confronti tra i vari chef che hanno perfezionato il piatto che oggi viene presentato anche con caratteristiche diverse, secondo le propensioni dei vari ristoratori,  con ingredienti dettati dal nostro disciplinare.