logo confraternita
circolo enogastronomico lombardo la franciacorta
ROVATO (BRESCIA) - LOMBARDIA

CONVIVIO 2019 - GRANDE SUCCESSO PER LA NOSTRA CONFRATERNITA

Il Circolo bresciano ha festeggiato anche i 30 anni di fondazione in occasione del 28° “Incontro in Franciacorta”, svoltosi domenica 9 giugno.
Ben 29 sono le Associazioni ed i Circoli Enogastronomici aderenti alla Fice (Federazione Italiana Circoli Enogastronomici) che hanno risposto alla chiamata per questa giornata in Franciacorta, per un totale di 170 partecipanti, principalmente del Nord Italia e una anche d’Oltralpe.

L’accoglienza ospiti è stata organizzata ad Adro all’Azienda agricola Ferghettina, rinomata cantina in Franciacorta, dove i soci del Circolo La Franciacorta, con la supervisione di Fiorenzo Tonolini, hanno preparato un sostanzioso buffet di prodotti locali da offrire ai partecipanti,  abbinati ai Curtefranca della cantina. Gli ospiti hanno quindi visitato la cantina a gruppi, accompagnati dalla signora Laura Gatti, titolare della Ferghettina, e dai suoi collaboratori. È seguita la degustazione finale di tre Franciacorta della cantina: Brut, Satèn e Rosé.

Attraversando i verdeggianti vigneti di Franciacorta, i partecipanti delle confraternite enogastronomiche hanno raggiunto il lago d’Iseo, ed il Ristorante Aquarium di Clusane, dove all’aperto si è svolta la parte ufficiale della giornata. Il presidente Eligio Costanzi ha salutato i presenti con i ringraziamenti di rito ai numerosi partecipanti, alle Amministrazioni di Rovato ed Adro che hanno dato il patrocinio e che per altri impegni istituzionali non hanno potuto presenziare. Il Consorzio Franciacorta era rappresentato dal vicepresidente Laura Gatti, che ha illustrato ai presenti le peculiarità del territorio franciacortino. Ringraziamento anche per gli sponsor e le numerose cantine di Franciacorta che hanno contribuito alla realizzazione della giornata.

La parola è poi passata a Marco Porzio, presidente Fice, che ha ricordato come il prossimo raduno nazionale, organizzato dalla Confraternita d’la Tripa, si svolgerà a Moncalieri (To) dal 3 al 6 ottobre 2019 e, visto l’interessante programma delle quattro giornate, ha consigliato agli interessati a prenotare prima possibile. 
Costanzi ha poi fatto la chiamata delle Confraternite; ognuna ha omaggiato il Circolo ospitante di un prodotto riguardante il proprio territorio di appartenenza. Il Circolo enogastronomico La Franciacorta ha omaggiato i gran Maestri delle Confraternite con una bottiglia di Brut Ferghettina, un calice per il Franciacorta ed il libro “Rovato Capitale della Franciacorta – Storia, Arte e Paesaggio” scritto da Stefano Belotti, Ivano Bianchini e Daniele Piacentini.

A fine chiamata, come da consuetudine, la foto di gruppo, quest’anno con il bellissimo sfondo del lago d’Iseo.
Il pranzo all’Aquarium, curato dalla Famiglia Gatti (in particolare la signora Letizia all’accoglienza, Massimo direttore di sala e Ottavio chef), ha visto numerosi piatti della tradizione locale, gli antipasti di pesce di lago ed il manzo all’olio secondo l’interpretazione dello chef Ottavio. Una torta finale, celebrativa dell’anniversario di Fondazione, ha visto concludersi questa piacevole giornata in Franciacorta.
A tutti i  partecipanti, nel momento del saluto finale, è stata omaggiata una bottiglia di Franciacorta, gentilmente offerta dalle cantine di Franciacorta che hanno aderito all’evento. Conclusione citando una frase di Molière : “Grande è la fortuna di colui che possiede una buona bottiglia, un buon libro, un buon amico”.  Arrivederci al 2020!

Questo l'elenco delle Confraternite enogastronomiche partecipanti al gran raduno in Franciacorta:

A.S.A. Associazione Stampa Agroalimentare, Milano
FICE - (Federazione Italiana Circoli Enogastronomici)
Accademia Italiana della Costina, Coarezza (Va)
Associazione Culturale Europea Tavola Veneta, Venezia
Circolo Enologico Leoniceno " Colli Berici", Lonigo (Vi)
Club del Bongustaio, Brescia
Commanderie Cassis et Berry, Berry (Francia)
Compagnie du S.A.R.T.O PORTIQUE, Chivasso (To)
Confraternita Amici del Porcello, San Paolo (Bs)
Confraternita del Bollito e della Pera Madernassa, Guarene (Cn)
Confraternita del Cotechino Magro, Spessa (Pv)
Confraternita del Gorgonzola di Cameri, Fara Novarese (No)
Confraternita del Tortel Dols, Colorno (Pr)
Confraternita del Tortello Cremasco, Crema (Cr)
Confraternita della Bagna Caoda, Faole (Cn)
Confraternita della Polenta di Vigasio, Vigasio (Vr)
Confraternita dello Spiedo Tradizionale Bresciano, Gussago (Bs)
Confraternita d'la Tripa, Moncalieri (To)
Confraternita Enogastronomica Bresciana della Grappa, Vini e antichi sapori, Brescia
Confraternita Enogastronomica Feltrina e delle Dolomiti La Caminaza, Feltre (Bl)
Confraternite della Vite e del Vino, Trento
Congrega dei Radici e fasioi, Susegana (Tv)
Imperial Castellania Suavia, Soave (Vr)
Ordine dei Cavalieri della Polenta, Bergamo
Ordine della Padellina d'Oro, Cermaenate (Co)
Ordine dell'Amarena e del Nebbiolo, Sizzano (No)
Serenissima Signoria dei Vini del Piave, Oderzo (Tv)
Snodar - Sovrano e Nobilissimo Ordine Amarone e Recioto, Sant'Ambrogio (Vr)
Venerabile Confraternita del  Bacalà alla Vicentina, Sandrigo (Vi)

Leggi

Convivio 2018 alla Cantina Solive

Il Circolo Enogastronomico Lombardo La Franciacorta, domenica 10 giugno, in una soleggiata giornata dal carattere estivo, ha ospitato alla cantina Solive di Erbusco, ben 21 Associazioni e Circoli della F.I.C.E.(Federazione Italiana Circoli Enogastronomici), in totale 150 persone.

All’esterno della cantina è stato allestito un ricco buffet di prodotti del territorio curato da Fiorenzo Tonolini ed altri Soci del circolo franciacortino. Nel contempo, all’interno veniva servito un coffea break curato del personale della cantina.

Gli ospiti si sono poi trasferiti nella Sala convegni per il momento ufficiale della giornata (nella foto del tavolo dei relatori, da sinistra: Paolo Turra - Marco Porzio - Adriano Baffelli - Eligio Costanzi - Patrizia Galli -Gian Mario Bariselli). Il Presidente del Circolo Enogastronomico La Franciacorta, Eligio Costanzi, ha salutato tutti gli ospiti e motivato la scelta Solive, cantina ed agriturismo, per questa 27a edizione di ”Incontro in Franciacorta”, in quanto è un azienda radicata nel territorio franciacortino da oltre un secolo e riassume in sé tre precise caratteristiche :

1) Il legame con Rovato che, come sapete, è la capitale della Franciacorta nonché sede del Circolo Enogastronomico Lombardo La Franciacorta: Solive nasce come azienda agricola dedita dal XIX secolo all’allevamento di bovini e nel corso degli anni ha collezionato innumerevoli premi con i suoi esemplari alla fiera del Bue grasso prima e poi Lombardia Carne, che dal 1870 si svolge a Rovato. E proprio nel convivio è stato degustato quello che è il piatto principe di Rovato: il manzo all’olio – che il Circolo Enogastronomico Lombardo La Franciacorta promuove e che dal 2015 si può fregiare della DE.CO..

2)L’accoglienza: Solive è una delle eccellenze agrituristiche più importanti della Franciacorta sin dal 1997.

3) La produzione di Franciacorta DOCG con le prime vendemmie della cantina SOLIVE nel 1994.

Il Presidente Eligio Costanzi ha dato la parola al Sig. Gian Mario Bariselli, titolare della cantina Solive che, ha ringraziato il Circolo e gli altri ospiti intervenuti ed ha poi fatto una sintesi della storia dell’azienda familiare, che, oggi alla 4° generazione, è nata come azienda agricola con il bisnonno nel 1898 e nel corso degli anni ha diversificato le proprie attività pur mantenendosi nel settore agricolo. Nel momento in cui il territorio ha subito una trasformazione incredibile ed un successo inaspettato negli ultimi decenni, l’azienda che inizialmente aveva un attività di allevamento negli anni ’70 , con la lungimiranza dei pionieri del fenomeno Franciacorta, ha iniziato la produzione di uva, prima da vendere e poi finalmente nel 1989 con la vinificazione in proprio del primo Franciacorta. Ad oggi Solive possiede 40 ettari di vigneto e produce 85/90.000 bottiglie di Franciacorta. L’azienda Solive oggi è quindi composta da allevamento di bestiame, agriturismo e cantina. Una importante realtà in Franciacorta.

E’ seguito l’intervento di Patrizia Galli, Assessore alla Cultura del Comune di Adro, che ha sottolineato l’importanza per le Amministrazioni locali di valorizzare le aziende del territorio ed i loro prodotti educando le nuove generazioni al consumo consapevole dei prodotti sani e buoni del territorio. A volte si dà preferenza a prodotti provenienti dall’estero, dove i controlli non sempre sono rigorosi come i nostri. Bisogna dare valore ai prodotti buoni e sani del territorio che sono garanzia per la nostra salute. La parola poi è passata ad Adriano Baffelli, Presidente della Fondazione Franciacorta, che ha ringraziato gli intervenuti a vario titolo ed in particolare ha fatto gli auguri al Circolo La Franciacorta per la sua 27a edizione che è sempre più all’altezza, visto il numero di partecipanti, della mission che si è data , la promozione dell’enogastronomia e della cultura del territorio.

La Franciacorta è un territorio – ha detto Baffelli- che andrebbe visitato camminando o in bicicletta per scoprirne così tutte le sue ricchezze: borghi, palazzi, castelli, monasteri, abbazie, ed ogni angolo della Franciacorta pregno di storia, come ad esempio l’Abbazia Olivetana di Rodengo Saiano o il Monastero di San Pietro in Lamosa dove è stata creata la fortuna di questo territorio con i Benedettini prima e i Cluniacensi poi, che prima con l’agricoltura e poi con la viticoltura hanno creato i presupposti di quello che ora è la Franciacorta. Adriano Baffelli, su invito di Costanzi, ha presentato il libro Lago di Iseo – Foto di Marco Paris, editore Emozioni Franciacorta , che è stato omaggiato ai Gran Maestri delle Confraternite unitamente ad una copia di Franciacorta 2027 Indagine Previsionale- Sintesi dei Risultati - Studio De Masi e ad una bottiglia di Curtefranca. Interessanti le fotografie di questo libro che può quasi definirsi una guida turistica dove vengono descritti, in 4 lingue, i paesi che circondano il lago d’Iseo senza campanilismi fra la sponda bresciana e quella bergamasca. Infatti è così che si presenta al turista, che sulla scia lasciata dal Floating Piers – installazione di una passarella galleggiante sul Sebino nel 2016 dell’artista Christo- torna a visitarlo ed ha riscoprirlo, quale luogo unico ed incantevole.

Paolo Turra Enologo di Solive, ha consigliato di soffermarsi con lo sguardo al paesaggio in cui si trova la cantina, ed alla sua posizione centrale dell’anfiteatro scavato nei secoli dallo scioglimento del ghiacciaio che ha lasciato così importanti caratteristiche al suolo. Si è soffermato poi sulla descrizione del Metodo classico della produzione del Franciacorta, con dovizia di particolari partendo dalla vigna ed arrivando alla cantina. Concludendo che le cantine di Franciacorta si sono date l’obiettivo entro il 2030 di convertirsi totalmente al biologico. Ha sottolineato che Solive al momento è totalmente biologica nel campo, e per quanto concerne la cantina, con la filosofia di non aggiungere niente di artificiale, lo sarebbe anche lì.

E’ stato il momento di Marco Porzio Presidente F.I.C.E. che ha espresso soddisfazione nel vedere molti Circoli presenti nel territorio franciacortino, segno che anche la Federazione sta andando nella direzione giusta. Ha informato i presenti sugli obiettivi principali dei Circoli enogastronomici: rappresentare i prodotti enogastronomici del territorio ed essere l’avanguardia della tutela e promozione dei prodotti e della cultura del proprio territorio. Ha ricordato che il momento top dell’anno sarà dal 4 al 7 ottobre 2018 con il Raduno Nazionale F.I.C.E. a Parma , che quest’anno è stato organizzato dalla Confraternita del Tortel Dols di Colorno (PR) ed ha invitato tutti a partecipare, per informazioni: www.confraternitefice.it

Il Presidente Eligio Costanzi ha voluto ricordare il Past President Corrado Cugnasco scomparso nel mese di febbraio che tanto lustro ha dato al Circolo Enogastronomico Lombardo La Franciacorta , con i suoi Corsi sull’Arte del Buon Bere e con i suoi insegnamenti, oltre ad essere stato per oltre 40 anni l’Enologo di alcune delle più prestigiose cantine di Franciacorta.

Il Presidente Costanzi ha poi fatto la “chiamata” dei Circoli presenti per lo scambio doni. Ognuno di loro ha donato al Circolo franciacortino un prodotto, libro o oggetto che rappresentasse il loro territorio, di contro Il Circolo enogastronomico Lombardo La Franciacorta ha omaggiato ai presenti il Libro sul Lago di Iseo, la dispensa Franciacorta 2027 – Indagine previsionale e sintesi dei risultati dello Studio De Masi, oltre ad una bottiglia di vino della Franciacorta. Conclusasi questa parte ufficiale c’è stata la visita in cantina dove l’enologo Paolo Turra ha fornito ulteriori informazioni agli ospiti per poi concludere con una degustazione di 2 Franciacorta : Rosé e Satèn della cantina Solive. Al termine della visita in cantina si sono recati tutti per il pranzo di Convivio all’Agriturismo Solive che si trova a qualche centinaio di metri della cantina, esattamente a Nigoline. Molto interessanti i piatti degustati, in particolare il risotto alla formaggella rustica con ristretto al Curtefranca rosso e scaglie croccanti di grana e poi il Manzo all’olio di Rovato con polenta.

Al momento dei saluti, come da consuetudine, ai partecipanti è stata omaggiata una bottiglia di Franciacorta docg offerta gentilmente da diverse cantine della Franciacorta. I partecipanti al Convivio ritornando nelle loro dimore potranno così inebriarsi ancora, e non solo con il ricordo, di questa bellissima e spumeggiante giornata trascorsa in Franciacorta.

Margherita Peta – ASA

Leggi

CONVIVIO 2019 - GRANDE SUCCESSO PER LA NOSTRA CONFRATERNITA

Il Circolo bresciano ha festeggiato anche i 30 anni di fondazione in occasione del 28° “Incontro in Franciacorta”, svoltosi domenica 9 giugno.
Ben 29 sono le Associazioni ed i Circoli Enogastronomici aderenti alla Fice (Federazione Italiana Circoli Enogastronomici) che hanno risposto alla chiamata per questa giornata in Franciacorta, per un totale di 170 partecipanti, principalmente del Nord Italia e una anche d’Oltralpe.

L’accoglienza ospiti è stata organizzata ad Adro all’Azienda agricola Ferghettina, rinomata cantina in Franciacorta, dove i soci del Circolo La Franciacorta, con la supervisione di Fiorenzo Tonolini, hanno preparato un sostanzioso buffet di prodotti locali da offrire ai partecipanti,  abbinati ai Curtefranca della cantina. Gli ospiti hanno quindi visitato la cantina a gruppi, accompagnati dalla signora Laura Gatti, titolare della Ferghettina, e dai suoi collaboratori. È seguita la degustazione finale di tre Franciacorta della cantina: Brut, Satèn e Rosé.

Attraversando i verdeggianti vigneti di Franciacorta, i partecipanti delle confraternite enogastronomiche hanno raggiunto il lago d’Iseo, ed il Ristorante Aquarium di Clusane, dove all’aperto si è svolta la parte ufficiale della giornata. Il presidente Eligio Costanzi ha salutato i presenti con i ringraziamenti di rito ai numerosi partecipanti, alle Amministrazioni di Rovato ed Adro che hanno dato il patrocinio e che per altri impegni istituzionali non hanno potuto presenziare. Il Consorzio Franciacorta era rappresentato dal vicepresidente Laura Gatti, che ha illustrato ai presenti le peculiarità del territorio franciacortino. Ringraziamento anche per gli sponsor e le numerose cantine di Franciacorta che hanno contribuito alla realizzazione della giornata.

La parola è poi passata a Marco Porzio, presidente Fice, che ha ricordato come il prossimo raduno nazionale, organizzato dalla Confraternita d’la Tripa, si svolgerà a Moncalieri (To) dal 3 al 6 ottobre 2019 e, visto l’interessante programma delle quattro giornate, ha consigliato agli interessati a prenotare prima possibile. 
Costanzi ha poi fatto la chiamata delle Confraternite; ognuna ha omaggiato il Circolo ospitante di un prodotto riguardante il proprio territorio di appartenenza. Il Circolo enogastronomico La Franciacorta ha omaggiato i gran Maestri delle Confraternite con una bottiglia di Brut Ferghettina, un calice per il Franciacorta ed il libro “Rovato Capitale della Franciacorta – Storia, Arte e Paesaggio” scritto da Stefano Belotti, Ivano Bianchini e Daniele Piacentini.

A fine chiamata, come da consuetudine, la foto di gruppo, quest’anno con il bellissimo sfondo del lago d’Iseo.
Il pranzo all’Aquarium, curato dalla Famiglia Gatti (in particolare la signora Letizia all’accoglienza, Massimo direttore di sala e Ottavio chef), ha visto numerosi piatti della tradizione locale, gli antipasti di pesce di lago ed il manzo all’olio secondo l’interpretazione dello chef Ottavio. Una torta finale, celebrativa dell’anniversario di Fondazione, ha visto concludersi questa piacevole giornata in Franciacorta.
A tutti i  partecipanti, nel momento del saluto finale, è stata omaggiata una bottiglia di Franciacorta, gentilmente offerta dalle cantine di Franciacorta che hanno aderito all’evento. Conclusione citando una frase di Molière : “Grande è la fortuna di colui che possiede una buona bottiglia, un buon libro, un buon amico”.  Arrivederci al 2020!

Questo l'elenco delle Confraternite enogastronomiche partecipanti al gran raduno in Franciacorta:

A.S.A. Associazione Stampa Agroalimentare, Milano
FICE - (Federazione Italiana Circoli Enogastronomici)
Accademia Italiana della Costina, Coarezza (Va)
Associazione Culturale Europea Tavola Veneta, Venezia
Circolo Enologico Leoniceno " Colli Berici", Lonigo (Vi)
Club del Bongustaio, Brescia
Commanderie Cassis et Berry, Berry (Francia)
Compagnie du S.A.R.T.O PORTIQUE, Chivasso (To)
Confraternita Amici del Porcello, San Paolo (Bs)
Confraternita del Bollito e della Pera Madernassa, Guarene (Cn)
Confraternita del Cotechino Magro, Spessa (Pv)
Confraternita del Gorgonzola di Cameri, Fara Novarese (No)
Confraternita del Tortel Dols, Colorno (Pr)
Confraternita del Tortello Cremasco, Crema (Cr)
Confraternita della Bagna Caoda, Faole (Cn)
Confraternita della Polenta di Vigasio, Vigasio (Vr)
Confraternita dello Spiedo Tradizionale Bresciano, Gussago (Bs)
Confraternita d'la Tripa, Moncalieri (To)
Confraternita Enogastronomica Bresciana della Grappa, Vini e antichi sapori, Brescia
Confraternita Enogastronomica Feltrina e delle Dolomiti La Caminaza, Feltre (Bl)
Confraternite della Vite e del Vino, Trento
Congrega dei Radici e fasioi, Susegana (Tv)
Imperial Castellania Suavia, Soave (Vr)
Ordine dei Cavalieri della Polenta, Bergamo
Ordine della Padellina d'Oro, Cermaenate (Co)
Ordine dell'Amarena e del Nebbiolo, Sizzano (No)
Serenissima Signoria dei Vini del Piave, Oderzo (Tv)
Snodar - Sovrano e Nobilissimo Ordine Amarone e Recioto, Sant'Ambrogio (Vr)
Venerabile Confraternita del  Bacalà alla Vicentina, Sandrigo (Vi)

Convivio 2018 alla Cantina Solive

Il Circolo Enogastronomico Lombardo La Franciacorta, domenica 10 giugno, in una soleggiata giornata dal carattere estivo, ha ospitato alla cantina Solive di Erbusco, ben 21 Associazioni e Circoli della F.I.C.E.(Federazione Italiana Circoli Enogastronomici), in totale 150 persone.

All’esterno della cantina è stato allestito un ricco buffet di prodotti del territorio curato da Fiorenzo Tonolini ed altri Soci del circolo franciacortino. Nel contempo, all’interno veniva servito un coffea break curato del personale della cantina.

Gli ospiti si sono poi trasferiti nella Sala convegni per il momento ufficiale della giornata (nella foto del tavolo dei relatori, da sinistra: Paolo Turra - Marco Porzio - Adriano Baffelli - Eligio Costanzi - Patrizia Galli -Gian Mario Bariselli). Il Presidente del Circolo Enogastronomico La Franciacorta, Eligio Costanzi, ha salutato tutti gli ospiti e motivato la scelta Solive, cantina ed agriturismo, per questa 27a edizione di ”Incontro in Franciacorta”, in quanto è un azienda radicata nel territorio franciacortino da oltre un secolo e riassume in sé tre precise caratteristiche :

1) Il legame con Rovato che, come sapete, è la capitale della Franciacorta nonché sede del Circolo Enogastronomico Lombardo La Franciacorta: Solive nasce come azienda agricola dedita dal XIX secolo all’allevamento di bovini e nel corso degli anni ha collezionato innumerevoli premi con i suoi esemplari alla fiera del Bue grasso prima e poi Lombardia Carne, che dal 1870 si svolge a Rovato. E proprio nel convivio è stato degustato quello che è il piatto principe di Rovato: il manzo all’olio – che il Circolo Enogastronomico Lombardo La Franciacorta promuove e che dal 2015 si può fregiare della DE.CO..

2)L’accoglienza: Solive è una delle eccellenze agrituristiche più importanti della Franciacorta sin dal 1997.

3) La produzione di Franciacorta DOCG con le prime vendemmie della cantina SOLIVE nel 1994.

Il Presidente Eligio Costanzi ha dato la parola al Sig. Gian Mario Bariselli, titolare della cantina Solive che, ha ringraziato il Circolo e gli altri ospiti intervenuti ed ha poi fatto una sintesi della storia dell’azienda familiare, che, oggi alla 4° generazione, è nata come azienda agricola con il bisnonno nel 1898 e nel corso degli anni ha diversificato le proprie attività pur mantenendosi nel settore agricolo. Nel momento in cui il territorio ha subito una trasformazione incredibile ed un successo inaspettato negli ultimi decenni, l’azienda che inizialmente aveva un attività di allevamento negli anni ’70 , con la lungimiranza dei pionieri del fenomeno Franciacorta, ha iniziato la produzione di uva, prima da vendere e poi finalmente nel 1989 con la vinificazione in proprio del primo Franciacorta. Ad oggi Solive possiede 40 ettari di vigneto e produce 85/90.000 bottiglie di Franciacorta. L’azienda Solive oggi è quindi composta da allevamento di bestiame, agriturismo e cantina. Una importante realtà in Franciacorta.

E’ seguito l’intervento di Patrizia Galli, Assessore alla Cultura del Comune di Adro, che ha sottolineato l’importanza per le Amministrazioni locali di valorizzare le aziende del territorio ed i loro prodotti educando le nuove generazioni al consumo consapevole dei prodotti sani e buoni del territorio. A volte si dà preferenza a prodotti provenienti dall’estero, dove i controlli non sempre sono rigorosi come i nostri. Bisogna dare valore ai prodotti buoni e sani del territorio che sono garanzia per la nostra salute. La parola poi è passata ad Adriano Baffelli, Presidente della Fondazione Franciacorta, che ha ringraziato gli intervenuti a vario titolo ed in particolare ha fatto gli auguri al Circolo La Franciacorta per la sua 27a edizione che è sempre più all’altezza, visto il numero di partecipanti, della mission che si è data , la promozione dell’enogastronomia e della cultura del territorio.

La Franciacorta è un territorio – ha detto Baffelli- che andrebbe visitato camminando o in bicicletta per scoprirne così tutte le sue ricchezze: borghi, palazzi, castelli, monasteri, abbazie, ed ogni angolo della Franciacorta pregno di storia, come ad esempio l’Abbazia Olivetana di Rodengo Saiano o il Monastero di San Pietro in Lamosa dove è stata creata la fortuna di questo territorio con i Benedettini prima e i Cluniacensi poi, che prima con l’agricoltura e poi con la viticoltura hanno creato i presupposti di quello che ora è la Franciacorta. Adriano Baffelli, su invito di Costanzi, ha presentato il libro Lago di Iseo – Foto di Marco Paris, editore Emozioni Franciacorta , che è stato omaggiato ai Gran Maestri delle Confraternite unitamente ad una copia di Franciacorta 2027 Indagine Previsionale- Sintesi dei Risultati - Studio De Masi e ad una bottiglia di Curtefranca. Interessanti le fotografie di questo libro che può quasi definirsi una guida turistica dove vengono descritti, in 4 lingue, i paesi che circondano il lago d’Iseo senza campanilismi fra la sponda bresciana e quella bergamasca. Infatti è così che si presenta al turista, che sulla scia lasciata dal Floating Piers – installazione di una passarella galleggiante sul Sebino nel 2016 dell’artista Christo- torna a visitarlo ed ha riscoprirlo, quale luogo unico ed incantevole.

Paolo Turra Enologo di Solive, ha consigliato di soffermarsi con lo sguardo al paesaggio in cui si trova la cantina, ed alla sua posizione centrale dell’anfiteatro scavato nei secoli dallo scioglimento del ghiacciaio che ha lasciato così importanti caratteristiche al suolo. Si è soffermato poi sulla descrizione del Metodo classico della produzione del Franciacorta, con dovizia di particolari partendo dalla vigna ed arrivando alla cantina. Concludendo che le cantine di Franciacorta si sono date l’obiettivo entro il 2030 di convertirsi totalmente al biologico. Ha sottolineato che Solive al momento è totalmente biologica nel campo, e per quanto concerne la cantina, con la filosofia di non aggiungere niente di artificiale, lo sarebbe anche lì.

E’ stato il momento di Marco Porzio Presidente F.I.C.E. che ha espresso soddisfazione nel vedere molti Circoli presenti nel territorio franciacortino, segno che anche la Federazione sta andando nella direzione giusta. Ha informato i presenti sugli obiettivi principali dei Circoli enogastronomici: rappresentare i prodotti enogastronomici del territorio ed essere l’avanguardia della tutela e promozione dei prodotti e della cultura del proprio territorio. Ha ricordato che il momento top dell’anno sarà dal 4 al 7 ottobre 2018 con il Raduno Nazionale F.I.C.E. a Parma , che quest’anno è stato organizzato dalla Confraternita del Tortel Dols di Colorno (PR) ed ha invitato tutti a partecipare, per informazioni: www.confraternitefice.it

Il Presidente Eligio Costanzi ha voluto ricordare il Past President Corrado Cugnasco scomparso nel mese di febbraio che tanto lustro ha dato al Circolo Enogastronomico Lombardo La Franciacorta , con i suoi Corsi sull’Arte del Buon Bere e con i suoi insegnamenti, oltre ad essere stato per oltre 40 anni l’Enologo di alcune delle più prestigiose cantine di Franciacorta.

Il Presidente Costanzi ha poi fatto la “chiamata” dei Circoli presenti per lo scambio doni. Ognuno di loro ha donato al Circolo franciacortino un prodotto, libro o oggetto che rappresentasse il loro territorio, di contro Il Circolo enogastronomico Lombardo La Franciacorta ha omaggiato ai presenti il Libro sul Lago di Iseo, la dispensa Franciacorta 2027 – Indagine previsionale e sintesi dei risultati dello Studio De Masi, oltre ad una bottiglia di vino della Franciacorta. Conclusasi questa parte ufficiale c’è stata la visita in cantina dove l’enologo Paolo Turra ha fornito ulteriori informazioni agli ospiti per poi concludere con una degustazione di 2 Franciacorta : Rosé e Satèn della cantina Solive. Al termine della visita in cantina si sono recati tutti per il pranzo di Convivio all’Agriturismo Solive che si trova a qualche centinaio di metri della cantina, esattamente a Nigoline. Molto interessanti i piatti degustati, in particolare il risotto alla formaggella rustica con ristretto al Curtefranca rosso e scaglie croccanti di grana e poi il Manzo all’olio di Rovato con polenta.

Al momento dei saluti, come da consuetudine, ai partecipanti è stata omaggiata una bottiglia di Franciacorta docg offerta gentilmente da diverse cantine della Franciacorta. I partecipanti al Convivio ritornando nelle loro dimore potranno così inebriarsi ancora, e non solo con il ricordo, di questa bellissima e spumeggiante giornata trascorsa in Franciacorta.

Margherita Peta – ASA