logo confraternita
confraternita del groppello
PUEGNAGO DEL GARDA (BRESCIA) - LOMBARDIA

Palio del Groppello

E’ l`evento annuale più specificamente dedicato allo scopo dettato nello statuto della Confraternita; non si tratta di un concorso vero e proprio, ma dell`individuazione del vino che accompagnerà la Confraternita nei suoi incontri conviviali per l`anno successivo. Allo scopo si prendono in considerazione solo campioni di un congruo imbottigliamento contraddistinto dal medesimo numero di lotto e per la raccolta dei campioni la Confraternita, da vari anni, si avvale della collaborazione del Consorzio Valtènesi e di una Commissione di Enologi, esperti conoscitori del Groppello. Si stabilisce una graduatoria dei campioni concorrenti ed i tre vini che ottengono la miglior valutazione partecipano, dopo pochi giorni, al Palio: durante una cena, molto partecipata da Confratelli ed amici, i vini in competizione, presentati in forma anonima, vengono degustati. Il piatto fondamentalmente da sempre abbinato al Groppello nella serata del Palio, per antica e consolidata consuetudine, è lo spiedo tradizionale bresciano. Per l`assegnazione del Palio del Groppello valgono esclusivamente le preferenze assegnate ai vini dai Confratelli: al produttore del vino prescelto viene consegnato il grande Trofeo del Palio, consistente in una sontuosa coppa in ceramica che farà bella mostra di sè nella cantina premiata sino al successivo Palio.

Leggi

festa d'Estate

All’inizio dell’estate, la Confraternita festeggia l’arrivo delle vacanze estive e lo fa riunendosi nei migliori ristoranti del territorio. Il menù è vario e include la presenza di pesce del lago di Garda. In più di un’occasione, come suggerito dagli esperti, abbiamo avuto modo di constatare che sarde, trote e lucci, cucinati alla gardesana, si abbinano bene anche al nostro vino Groppello, servito alla temperatura consigliata tra i 14 e i 16 gradi. Il Groppello, proprio perché è un vino di eccezionale pregio e equilibrio, non perde le sue caratteristiche anche a temperature più basse del solito. Il risultato è oltremodo interessante e da provare.

Leggi

profumi di bosco

Evento nato nel 2017, era inizialmente denominato “Fungata”. Il compianto Confratello avvocato Sandro Redaelli De Zinis, ha suggerito il nome attuale della manifestazione e per primo ha dato ospitalità, nel suo bel Ristorante Borgo La Quercia (in Calvagese della Riviera), a tale evento, che abbina i piatti autunnali del nostro territorio al Groppello della Confraternita. Funghi, tartufi, castagne, cachi, oltre alle carni della selvaggina locale, sono le principali componenti del nostro menù, creato per l’occasione dai migliori Chef. Anche questo evento ha avuto da subito ottimo gradimento e entusiastica partecipazione. Il Groppello ben si sposa con tali preparazioni e si conferma Re della tavola con ogni specialità gastronomica autunnale, oltre che con lo spiedo con cui per tradizione viene da sempre abbinato.

Leggi

Rosso di sera

All’annuale Palio della Confraternita si è aggiunta da alcuni anni la possibilità di un altro appuntamento di degustazione dei vini del territorio. Al Palio infatti concorrono solo vini Groppello in purezza, vendemmiati l’anno precedente. Al fine di favorire la conoscenza anche degli altri vini della Valtenesi, è nato nel 2016 “Rosso di Sera”. L iniziativa si somma ai tradizionali incontri annuali organizzati dalla Confraternita. Con ‘Rosso di Sera’ i produttori della Valtenesi hanno così per i loro vini un ulteriore palcoscenico, con un pubblico di esperti ed appassionati. Nel corso dell’evento i produttori sono invitati a presentare la propria cantina, oltre a fornire la descrizione del vino in degustazione: area di produzione, metodologia di cura della vigna, tempistica e modi di raccolta dell’uva, tecniche di vinificazione. La rassegna si svolge in tre/quattro serate in altrettanti ristoranti, a cui viene affidato il compito di preparare piatti tipici della cucina locale, appositamente studiati in abbinamento ai vini in degustazione.

Leggi

Palio del Groppello

E’ l`evento annuale più specificamente dedicato allo scopo dettato nello statuto della Confraternita; non si tratta di un concorso vero e proprio, ma dell`individuazione del vino che accompagnerà la Confraternita nei suoi incontri conviviali per l`anno successivo. Allo scopo si prendono in considerazione solo campioni di un congruo imbottigliamento contraddistinto dal medesimo numero di lotto e per la raccolta dei campioni la Confraternita, da vari anni, si avvale della collaborazione del Consorzio Valtènesi e di una Commissione di Enologi, esperti conoscitori del Groppello. Si stabilisce una graduatoria dei campioni concorrenti ed i tre vini che ottengono la miglior valutazione partecipano, dopo pochi giorni, al Palio: durante una cena, molto partecipata da Confratelli ed amici, i vini in competizione, presentati in forma anonima, vengono degustati. Il piatto fondamentalmente da sempre abbinato al Groppello nella serata del Palio, per antica e consolidata consuetudine, è lo spiedo tradizionale bresciano. Per l`assegnazione del Palio del Groppello valgono esclusivamente le preferenze assegnate ai vini dai Confratelli: al produttore del vino prescelto viene consegnato il grande Trofeo del Palio, consistente in una sontuosa coppa in ceramica che farà bella mostra di sè nella cantina premiata sino al successivo Palio.

festa d'Estate

All’inizio dell’estate, la Confraternita festeggia l’arrivo delle vacanze estive e lo fa riunendosi nei migliori ristoranti del territorio. Il menù è vario e include la presenza di pesce del lago di Garda. In più di un’occasione, come suggerito dagli esperti, abbiamo avuto modo di constatare che sarde, trote e lucci, cucinati alla gardesana, si abbinano bene anche al nostro vino Groppello, servito alla temperatura consigliata tra i 14 e i 16 gradi. Il Groppello, proprio perché è un vino di eccezionale pregio e equilibrio, non perde le sue caratteristiche anche a temperature più basse del solito. Il risultato è oltremodo interessante e da provare.

profumi di bosco

Evento nato nel 2017, era inizialmente denominato “Fungata”. Il compianto Confratello avvocato Sandro Redaelli De Zinis, ha suggerito il nome attuale della manifestazione e per primo ha dato ospitalità, nel suo bel Ristorante Borgo La Quercia (in Calvagese della Riviera), a tale evento, che abbina i piatti autunnali del nostro territorio al Groppello della Confraternita. Funghi, tartufi, castagne, cachi, oltre alle carni della selvaggina locale, sono le principali componenti del nostro menù, creato per l’occasione dai migliori Chef. Anche questo evento ha avuto da subito ottimo gradimento e entusiastica partecipazione. Il Groppello ben si sposa con tali preparazioni e si conferma Re della tavola con ogni specialità gastronomica autunnale, oltre che con lo spiedo con cui per tradizione viene da sempre abbinato.

Rosso di sera

All’annuale Palio della Confraternita si è aggiunta da alcuni anni la possibilità di un altro appuntamento di degustazione dei vini del territorio. Al Palio infatti concorrono solo vini Groppello in purezza, vendemmiati l’anno precedente. Al fine di favorire la conoscenza anche degli altri vini della Valtenesi, è nato nel 2016 “Rosso di Sera”. L iniziativa si somma ai tradizionali incontri annuali organizzati dalla Confraternita. Con ‘Rosso di Sera’ i produttori della Valtenesi hanno così per i loro vini un ulteriore palcoscenico, con un pubblico di esperti ed appassionati. Nel corso dell’evento i produttori sono invitati a presentare la propria cantina, oltre a fornire la descrizione del vino in degustazione: area di produzione, metodologia di cura della vigna, tempistica e modi di raccolta dell’uva, tecniche di vinificazione. La rassegna si svolge in tre/quattro serate in altrettanti ristoranti, a cui viene affidato il compito di preparare piatti tipici della cucina locale, appositamente studiati in abbinamento ai vini in degustazione.