logo confraternita
helicensis fabula
BORGO SAN DALMAZZO (CUNEO) - PIEMONTE

Celebrato il XL Convivium Magnum dell’Helicensis Fabula

40 anni e non sentirli, il segreto della consociazione borgarina.

In occasione della 450ma Fiera Fredda di Borgo San Dalmazzo, domenica 1° dicembre 2019 la Consociazione Enogastronomica "Helicensis Fabula" ha celebrato il proprio XL Convivium Magnum.Si tratta di un importante traguardo, sia per la manifestazione principale di Borgo San Dalmazzo, la Fiera Fredda, giunta alla 450ma edizione, sia per la consociazione borgarina che ha raggiunto i 40 anni di età e di attività.L’incontro è iniziato alle ore 10,00 presso il Santuario di Monserrato, che dalla collina osserva l’abitato dell’antica Pedona, con la consueta colazione a base di salumi e formaggi del territorio e lo spiedino di chiocciole, preparata dal vicino Ristorante Amunse.Dopo il saluto ai presenti e l’intervento del Dr. Gian Paolo Beretta, sindaco della Città di Borgo San Dalmazzo che ha definito gli intervenuti “ambasciatori delle proprie eccellenze”, il Gran Siniscalcato ed il Balivo (Sergio Cavallo, Francesca Spatolisano, Fabio Armando), hanno condotto la cerimonia d’intronizzazione dei nuovi consoci nelle persone di Tiziana Romano di Torino e Bernardino Dalmasso di Cuneo, che, come da tradizione, hanno gustato lo spiedino di lumaca e bevuto un calice di vino, quella onoraria di Cristian Izard di Perpignan e Arlette Braghini della Borgogna e la chiamata delle confraternite e consociazioni intervenute,  anche dalla Francia, alla presenza di Marco Porzio, presidente di FICE, Federazione italiana circoli enogastronomici, quali:Confrérie de l’Escargot du Roussillon, Confrérie de l’Escargot de Bourgogne, Confraternita dla Tripa ‘d Moncalè, Magistero dei Bruscitti da Busti Grandi di Busto Arsizio (Va), Confraternita del Gorgonzola di Cameri (No), Consiglio della Grande Credenza vinicola di Caluso e del Canavese Erbaluce di Caluso (To), Accademia della  Castagna Bianca di Mondovì, Confraternita del Cotechino magro di Varzi, Pegaso Confraternita Varzese Accademici del Salame di Varzi, Confraternita della Costina di Brescia, Confraternita del Bollito e della Pera madernassa di Guarene d’Alba, Sovrano Ordine dei Cavalieri della Grappa e del Tomino di Chiaverano (To), Confraternita del Sambajon e dij Noaset di Chivasso (To), Confraternita del vino e panissa di Vercelli, Associazione Cuj dal Lundas di Vercelli, Confraternita della Nocciola tonda e gentile di Langa di Cortemilia, Compagnie du S.A.R.T.O. Portique di Chivasso, Confraternita della Bagna Caoda di Faule e lo scambio dei doni.La giornata è stata anche l’occasione per celebrare il gemellaggio ufficiale con la Confrérie de l’Escargot de Bourgogne di Blaisy-Bas (Côte d’Or), legata alla nostra amata Consociazione da lunga amicizia nel nome della Chiocciola e con la Confraternita Varzese Accademici del Salame di Varzi, quale patto di amicizia per operare unitamente nella salvaguardia della migliore tradizione gastronomica tipica locale.È seguita la visita allo splendido Santuario della Madonna di Monserrato ed all’esposizione di presepi, grazie alla collaborazione dell’Associazione Santuario di Monserrato ed il suo presidente Cristian Peirone, luogo suggestivo e tanto caro ai borgarini, dal quale si gode di un panorama che spazia fino alle Langhe.I lavori conviviali si sono svolti nel Ristorante Ruota Due di Frazione Andonno di Valdieri, rigorosamente a base di prodotti tipici della zona e, soprattutto, di Helix Pomatia Alpina, secondo uno spartito provato ed approvato nel massimo rispetto della territorialità, come impegno dell’Helicensis Fabula e costume del ristorante.La Consociazione Helicensis Fabula, è la formula abbreviata di "Helices mespilaque comedientium Pedonensis Fabula Virum", denominazione latina della Consociazione pedonese delle Nobili Persone che banchettano insieme con lumache e nespole". Una singolare confraternita che si impegna a "mantenere, difendere e valorizzare" la tradizione culinaria ed economica delle sue manifestazioni tipiche più specifiche.

Leggi

Sempre più internazionale la consociazione Helicensis Fabula

L’HELICENSIS FABULA A PERPIGNAN
Il Gran Siniscalco intronizzato confratello della consociazione locale

Il primo semestre di attività del 2019 dell’Helicensis Fabula di Borgo San Dalmazzo si è concluso con l’importante trasferta in terra francese per il capitolo dell’”Academie des Confréries du Languedoc e du Roussillon”, evento al quale era presente anche il presidente europeo della Ceuco, Consiglio europeo delle Confraternite enogastronomiche.

La delegazione borgarina, composta dal Gran Siniscalco Sergio Cavallo, dal Balivo Fabio Armando e dai confratelli Danilo Macangno e Marco Peresani, è stata accolta con tutti gli onori quale delegazione di ambasciatori italiani.

Sono stati giorni intensi di attività culturale, enogastronomica e di rafforzamento di rapporti personali tra persone di tradizioni diverse con gli amici francesi.

Nell’occasione il Gran Siniscalco Sergio Cavallo è stato intronizzato quale confratello de “La Commende Majeure de Roussillon”, fondata nel 1374.

Nel secondo semestre, oltre alle consuete trasferte per i capitoli delle consociazioni amiche, l’appuntamento finale che tutti attendono sarà, come sempre, il Convivium Magnum di dicembre, quest’anno giunto alla XL edizione, nei giorni precedenti all’edizione 2019 della Fiera Fredda, la 450ma.

Alla manifestazione, come sempre, oltre alle numerose confraternite dell’Italia centro-settentrionale con le quali s’intrattengono profondi rapporti “fraterni”, da alcuni anni l’Helicensis Fabula ha valicato le Alpi con uscite presso quelle “de l’Escagot du Roussillon di Perpignan” e “de l’Escargot de Bourgogne”, per i forti legami culinari stretti con le confraternite locali che sponsorizzano il nostro medesimo prodotto, la chiocciola.

La Consociazione Helicensis Fabula, è la formula abbreviata di "Helices mespilaque comedientium Pedonensis Fabula Virum", denominazione latina della Consociazione pedonese delle Nobili Persone che banchettano insieme con lumache e nespole". Una singolare confraternita che si impegna a "mantenere, difendere e valorizzare" la tradizione culinaria ed economica delle sue manifestazioni tipiche più specifiche.

La Consociazione enogastronomica Helicensis Fabula è aperta a tutti coloro che si sentono sensibili ed attratti dalle tradizioni locali, culturali e della buona cucina, povera come quella delle nostre vallate, ma ricca di sapori, anche attraverso incontri nelle scuole materne, elementari e medie. L’Helicensis Fabula ritiene quanto mai importante mantenere vivo il ricordo di ciò che è la tradizione della vita contadina, per poter guardare al futuro con maggiore serenità. Chi vuole avvicinarsi a questo mondo non deve fare altro che contattare il Gran Siniscalcato ed il Balivo dell’Helicensis Fabula (Sergio Cavallo, Francesca Spatolisano, Fabio Armando) proponendosi all’indirizzo di posta elettronica helicensisfabula@libero.it.

L’attività svolta ed il forte impegno profuso in questi anni hanno visto l’Helicensis Fabula affermare il proprio ruolo nell’enogastronomia locale ed all’interno della Fice-Federazione Italiana Circoli Enogastronomici, testimoniati dalle numerose presenze ai Convivium Magnum. Nelle foto allegate:
- la delegazione borgarina
- il neo intronizzato Sergio Cavallo
- il Gran Siniscalco Sergio Cavallo con il Presidente europeo Ceuco

Leggi

CONFERMATO IL GRAN SINISCALCATO ED IL BALIVO DELL’HELICENSIS FABULA

CONFERMATO IL GRAN SINISCALCATO ED IL BALIVO DELL’HELICENSIS FABULA DI BORGO SAN DALMAZZO Nel triennio trascorso si sono consolidati importanti contatti con le consociazioni “amiche” e con la vicina FranciaLo scorso 28 settembre i confratelli della consociazione enogastronomica “Helicensis Fabula” di Borgo San Dalmazzo di Pedona si sono riuniti per procedere al rinnovo delle cariche in scadenza.
La serata è stata caratterizzata da un intenso dibattito sull’attività svolta nel triennio appena concluso, sui numerosi contatti profondamente intrattenuti dall’Helicensis Fabula nella sua qualità di Ambasciatrice di Borgo San Dalmazzo presso le confraternite d’Italia e sull’intensa attenzione che i mass media hanno voluto riservare alla nostra consociazione; è emerso forte il ringraziamento nei confronti dei borgarini Teresita Soracco e Piergiorgio Berrone ed a tutti gli altri giornalisti e testate giornalistiche “Amiche dell’Helicensis Fabula”.
Un momento emozionante è stato ricordare la Cara consorella Margherita Modica, già Gran Siniscalco, che resterà sempre nei nostri cuori!
Al termine, l’assemblea ha acclamato la conferma per il prossimo mandato del Gran Siniscalcato retto da Sergio Cavallo e Francesca Maria Spatolisano ed il Balivo sarà Fabio Armando.
Ora l’attenzione è tutta all’organizzazione del prossimo Convivium Magnum, il XXXIX, atteso da tutti, che verrà celebrato domenica 2 dicembre 2018, evento nel quale l’Helicensis Fabula afferma il proprio ruolo nell’enogastronomia locale ed all’interno della Fice-Federazione Italiana Circoli Enogastronomici.
La Consociazione Helicensis Fabula, è la formula abbreviata di "Helices mespilaque comedientium Pedonensis Fabula Virum", denominazione latina della Consociazione pedonese delle Nobili Persone che banchettano insieme con lumache e nespole". Una singolare confraternita che si impegna a "mantenere, difendere e valorizzare" la tradizione culinaria ed economica delle sue manifestazioni tipiche più specifiche.

Leggi

LUTTO PER LA NOSTRA CONFRATERNITA

Margherita Modica, consorella amatissima tanto da ranggiungere la massima carica di "Gran Siniscalco", ci ha lasciati in una limpida notte d'estate.

Resteranno per sempre nei nostri cuori il suo sguardo chiaro, il suo sorriso luminoso, i modi dolci e gentili.

Leggi

Celebrato il XL Convivium Magnum dell’Helicensis Fabula

40 anni e non sentirli, il segreto della consociazione borgarina.

In occasione della 450ma Fiera Fredda di Borgo San Dalmazzo, domenica 1° dicembre 2019 la Consociazione Enogastronomica "Helicensis Fabula" ha celebrato il proprio XL Convivium Magnum.Si tratta di un importante traguardo, sia per la manifestazione principale di Borgo San Dalmazzo, la Fiera Fredda, giunta alla 450ma edizione, sia per la consociazione borgarina che ha raggiunto i 40 anni di età e di attività.L’incontro è iniziato alle ore 10,00 presso il Santuario di Monserrato, che dalla collina osserva l’abitato dell’antica Pedona, con la consueta colazione a base di salumi e formaggi del territorio e lo spiedino di chiocciole, preparata dal vicino Ristorante Amunse.Dopo il saluto ai presenti e l’intervento del Dr. Gian Paolo Beretta, sindaco della Città di Borgo San Dalmazzo che ha definito gli intervenuti “ambasciatori delle proprie eccellenze”, il Gran Siniscalcato ed il Balivo (Sergio Cavallo, Francesca Spatolisano, Fabio Armando), hanno condotto la cerimonia d’intronizzazione dei nuovi consoci nelle persone di Tiziana Romano di Torino e Bernardino Dalmasso di Cuneo, che, come da tradizione, hanno gustato lo spiedino di lumaca e bevuto un calice di vino, quella onoraria di Cristian Izard di Perpignan e Arlette Braghini della Borgogna e la chiamata delle confraternite e consociazioni intervenute,  anche dalla Francia, alla presenza di Marco Porzio, presidente di FICE, Federazione italiana circoli enogastronomici, quali:Confrérie de l’Escargot du Roussillon, Confrérie de l’Escargot de Bourgogne, Confraternita dla Tripa ‘d Moncalè, Magistero dei Bruscitti da Busti Grandi di Busto Arsizio (Va), Confraternita del Gorgonzola di Cameri (No), Consiglio della Grande Credenza vinicola di Caluso e del Canavese Erbaluce di Caluso (To), Accademia della  Castagna Bianca di Mondovì, Confraternita del Cotechino magro di Varzi, Pegaso Confraternita Varzese Accademici del Salame di Varzi, Confraternita della Costina di Brescia, Confraternita del Bollito e della Pera madernassa di Guarene d’Alba, Sovrano Ordine dei Cavalieri della Grappa e del Tomino di Chiaverano (To), Confraternita del Sambajon e dij Noaset di Chivasso (To), Confraternita del vino e panissa di Vercelli, Associazione Cuj dal Lundas di Vercelli, Confraternita della Nocciola tonda e gentile di Langa di Cortemilia, Compagnie du S.A.R.T.O. Portique di Chivasso, Confraternita della Bagna Caoda di Faule e lo scambio dei doni.La giornata è stata anche l’occasione per celebrare il gemellaggio ufficiale con la Confrérie de l’Escargot de Bourgogne di Blaisy-Bas (Côte d’Or), legata alla nostra amata Consociazione da lunga amicizia nel nome della Chiocciola e con la Confraternita Varzese Accademici del Salame di Varzi, quale patto di amicizia per operare unitamente nella salvaguardia della migliore tradizione gastronomica tipica locale.È seguita la visita allo splendido Santuario della Madonna di Monserrato ed all’esposizione di presepi, grazie alla collaborazione dell’Associazione Santuario di Monserrato ed il suo presidente Cristian Peirone, luogo suggestivo e tanto caro ai borgarini, dal quale si gode di un panorama che spazia fino alle Langhe.I lavori conviviali si sono svolti nel Ristorante Ruota Due di Frazione Andonno di Valdieri, rigorosamente a base di prodotti tipici della zona e, soprattutto, di Helix Pomatia Alpina, secondo uno spartito provato ed approvato nel massimo rispetto della territorialità, come impegno dell’Helicensis Fabula e costume del ristorante.La Consociazione Helicensis Fabula, è la formula abbreviata di "Helices mespilaque comedientium Pedonensis Fabula Virum", denominazione latina della Consociazione pedonese delle Nobili Persone che banchettano insieme con lumache e nespole". Una singolare confraternita che si impegna a "mantenere, difendere e valorizzare" la tradizione culinaria ed economica delle sue manifestazioni tipiche più specifiche.

Sempre più internazionale la consociazione Helicensis Fabula

L’HELICENSIS FABULA A PERPIGNAN
Il Gran Siniscalco intronizzato confratello della consociazione locale

Il primo semestre di attività del 2019 dell’Helicensis Fabula di Borgo San Dalmazzo si è concluso con l’importante trasferta in terra francese per il capitolo dell’”Academie des Confréries du Languedoc e du Roussillon”, evento al quale era presente anche il presidente europeo della Ceuco, Consiglio europeo delle Confraternite enogastronomiche.

La delegazione borgarina, composta dal Gran Siniscalco Sergio Cavallo, dal Balivo Fabio Armando e dai confratelli Danilo Macangno e Marco Peresani, è stata accolta con tutti gli onori quale delegazione di ambasciatori italiani.

Sono stati giorni intensi di attività culturale, enogastronomica e di rafforzamento di rapporti personali tra persone di tradizioni diverse con gli amici francesi.

Nell’occasione il Gran Siniscalco Sergio Cavallo è stato intronizzato quale confratello de “La Commende Majeure de Roussillon”, fondata nel 1374.

Nel secondo semestre, oltre alle consuete trasferte per i capitoli delle consociazioni amiche, l’appuntamento finale che tutti attendono sarà, come sempre, il Convivium Magnum di dicembre, quest’anno giunto alla XL edizione, nei giorni precedenti all’edizione 2019 della Fiera Fredda, la 450ma.

Alla manifestazione, come sempre, oltre alle numerose confraternite dell’Italia centro-settentrionale con le quali s’intrattengono profondi rapporti “fraterni”, da alcuni anni l’Helicensis Fabula ha valicato le Alpi con uscite presso quelle “de l’Escagot du Roussillon di Perpignan” e “de l’Escargot de Bourgogne”, per i forti legami culinari stretti con le confraternite locali che sponsorizzano il nostro medesimo prodotto, la chiocciola.

La Consociazione Helicensis Fabula, è la formula abbreviata di "Helices mespilaque comedientium Pedonensis Fabula Virum", denominazione latina della Consociazione pedonese delle Nobili Persone che banchettano insieme con lumache e nespole". Una singolare confraternita che si impegna a "mantenere, difendere e valorizzare" la tradizione culinaria ed economica delle sue manifestazioni tipiche più specifiche.

La Consociazione enogastronomica Helicensis Fabula è aperta a tutti coloro che si sentono sensibili ed attratti dalle tradizioni locali, culturali e della buona cucina, povera come quella delle nostre vallate, ma ricca di sapori, anche attraverso incontri nelle scuole materne, elementari e medie. L’Helicensis Fabula ritiene quanto mai importante mantenere vivo il ricordo di ciò che è la tradizione della vita contadina, per poter guardare al futuro con maggiore serenità. Chi vuole avvicinarsi a questo mondo non deve fare altro che contattare il Gran Siniscalcato ed il Balivo dell’Helicensis Fabula (Sergio Cavallo, Francesca Spatolisano, Fabio Armando) proponendosi all’indirizzo di posta elettronica helicensisfabula@libero.it.

L’attività svolta ed il forte impegno profuso in questi anni hanno visto l’Helicensis Fabula affermare il proprio ruolo nell’enogastronomia locale ed all’interno della Fice-Federazione Italiana Circoli Enogastronomici, testimoniati dalle numerose presenze ai Convivium Magnum. Nelle foto allegate:
- la delegazione borgarina
- il neo intronizzato Sergio Cavallo
- il Gran Siniscalco Sergio Cavallo con il Presidente europeo Ceuco

CONFERMATO IL GRAN SINISCALCATO ED IL BALIVO DELL’HELICENSIS FABULA

CONFERMATO IL GRAN SINISCALCATO ED IL BALIVO DELL’HELICENSIS FABULA DI BORGO SAN DALMAZZO Nel triennio trascorso si sono consolidati importanti contatti con le consociazioni “amiche” e con la vicina FranciaLo scorso 28 settembre i confratelli della consociazione enogastronomica “Helicensis Fabula” di Borgo San Dalmazzo di Pedona si sono riuniti per procedere al rinnovo delle cariche in scadenza.
La serata è stata caratterizzata da un intenso dibattito sull’attività svolta nel triennio appena concluso, sui numerosi contatti profondamente intrattenuti dall’Helicensis Fabula nella sua qualità di Ambasciatrice di Borgo San Dalmazzo presso le confraternite d’Italia e sull’intensa attenzione che i mass media hanno voluto riservare alla nostra consociazione; è emerso forte il ringraziamento nei confronti dei borgarini Teresita Soracco e Piergiorgio Berrone ed a tutti gli altri giornalisti e testate giornalistiche “Amiche dell’Helicensis Fabula”.
Un momento emozionante è stato ricordare la Cara consorella Margherita Modica, già Gran Siniscalco, che resterà sempre nei nostri cuori!
Al termine, l’assemblea ha acclamato la conferma per il prossimo mandato del Gran Siniscalcato retto da Sergio Cavallo e Francesca Maria Spatolisano ed il Balivo sarà Fabio Armando.
Ora l’attenzione è tutta all’organizzazione del prossimo Convivium Magnum, il XXXIX, atteso da tutti, che verrà celebrato domenica 2 dicembre 2018, evento nel quale l’Helicensis Fabula afferma il proprio ruolo nell’enogastronomia locale ed all’interno della Fice-Federazione Italiana Circoli Enogastronomici.
La Consociazione Helicensis Fabula, è la formula abbreviata di "Helices mespilaque comedientium Pedonensis Fabula Virum", denominazione latina della Consociazione pedonese delle Nobili Persone che banchettano insieme con lumache e nespole". Una singolare confraternita che si impegna a "mantenere, difendere e valorizzare" la tradizione culinaria ed economica delle sue manifestazioni tipiche più specifiche.

LUTTO PER LA NOSTRA CONFRATERNITA

Margherita Modica, consorella amatissima tanto da ranggiungere la massima carica di "Gran Siniscalco", ci ha lasciati in una limpida notte d'estate.

Resteranno per sempre nei nostri cuori il suo sguardo chiaro, il suo sorriso luminoso, i modi dolci e gentili.