logo confraternita
macaronicorum collegium - amici di merlin cocai
BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA) - VENETO

XXVIII^ Rassegna "A Tavola con Merlin Cocai" - Pentole e Monasteri

La cucina è una delle tante voci in cui si esprime una civiltà e varia con il variare di questa
- Cesare Marchi,"Quando siamo a tavola" - Milano, Rizzoli, 1990.
Pentole & Monasteri è una attenta ricerca che attraverso sette tematiche:
La prima: I frati raccoglitori - Otello Fabris e Roberto Stringa, nella splendida cornice del Chiostro del Monastero di Santa Croce a Campese, presentano il libro "De l'Humanità del Figliuol di Dio" di Teofilo Folengo con letture di Marica Disegna. La soconda: La vita quotidiana in convento -  dedicata a San Miche Arcangelo. La terza: Il trattamento dell'ospite - Giancarlo Andretta racconta quale era l'alimentazione nei monasteri dei vari ordini religiosi. La quarta: I giorni di festa - Massimo Caneva tratta sulla misurazione del tempo. La quinta: l'Astinenza - Otello Fabris racconta la cucina campana nei ricordi folenghiani. La sesta: la penitenza contraffatta  - Giancarlo Andretta relazione sull Anno liturgico e alimentazione. La settima e conclusiva ha per tema le "Invenzioni" dei conventi - Otello Fabris chiude la rassegna parlando dell' eremitaggio nelle pagine del Folengo.
Interessanti e piacevoli anche tutti gli spartiti proposti ad ogni appuntamento.
Qui illustro lo spartito dedicato all'Astinenza elencando solo i cibi e non il vino che comunque era sempre presente nelle mense conventuali. Un antipasto di: Frittelle di cipolle nostrali asolane, Verdure in gelatine di diversi colori, Insalata di fagioli di Pierio Valeriano, canonico lateranense, con sedani e cipolla rossa. Due primi, una minestra di cipolle per giorni quadragesimali e strangolapreti al bacalà. Un secondo composto da Luzzo arrostito al testo accompagnato da diverse radiche glassate e Patinache al botyro. Come dessert la Torta di zucca nostrale.

Leggi

ALLA CORTE ESTENSE - XXVII^ RASSEGNA A TAVOLA CON MERLIN COCAI

Presso l’Antica Locanda “Al Cappello” di Mel si è conclusa la XXVII^  rassegna  “A Tavola Con Merlin Cocai”. Il filo conduttore della rassegna è stato “Cosa mangiavano e dicevano Ariosto e Folengo quando aprivano la bocca”. Questo ultimo incontro ha avuto per tema “Folengo e i tre Ferraresi”. Il Presidente Otello Fabris ha tenuto la dotta orazione sull’argomento e, a conclusione ha intrattenuto i partecipanti illustrando con diapositive le giornate di studi  folenghiani  effettuate a Massa Lubrense e aventi per tema “I Folengo nella Terra delle Sirene”. Questa importantissima manifestazione è stata organizzata dall’Associazione Internazionale per gli Studi Folenghiani "Amici di Merlin Cocai" e dall’Archeoclub di Massa Lubrense, sostenuta dall’Amministrazione Comunale e appoggiata dal Centro Studi “BartolommeoCapasso” di Sorrento, dalla Pro Loco “Due Golfi”, dall’Associazione “Torca-Crapolla”, dal Servizio Civile Nazionale e dalla Confraternita del SS. Rosario di Sant’Agata, dove è stato ospitato l’evento nel suo oratorio. Si è parlato  dei rapporti dei fratelli Folengo con Massa e, in particolare, con Crapolla, dove i due benedettini hanno trascorso alcuni anni di vita eremitica agli inizi degli anni Trenta del ‘500. Testimone di questo soggiorno è una parte cospicua della loro produzione letteraria, come l’Umanità del Figliuolo di Dio, lo Ianus, il Varium Poema e la redazione Cipadense del Baldus di Teofilo e i Pomiliones di Giambattista. Era presente anche una folta delegazione dell’Associazione Internazionale per gli Studi Folenghiani “Amici di Merlin Cocai” di Bassano del Grappa guidata dal Presidente Otello Fabris, tra i maggiori studiosi italiani dei fratelli Folengo. Come al solito la conclusione con uno spartito dedicato alla Corte Estense con portate tratte dal C.Messi Sbugo, Banchetti e Composizioni di viavande, Venezia 1557. Dopo il lauto banchetto un brindisi conviviale con l’arrivederci a settembre per l’inizio della XXVIII^ Rassegna.

Leggi

I FOLENGO NELLA TERRA DELLE SIRENE

Leggi

AMICI DI MERLIN COCAI - IL PRINCIPE BIANCO INCONTRA LA REGINA ROSSA

GIOVEDI' 31 MAGGIO 2018  A MAROSTICA PRESSO IL "CASTELLO DA BASSO" A CURA DEL MACARONICORUM COLLEGIUM SI TERRA' LA GIORNATA DELLE CONFRATERNITE ENOGASTRONOMICHE VICENTINE NELL'AMBITO DELLA 74^ MOSTRA MERCATO DELLA CILIEGIA DI MAROSTICA IGP.
Prenotazioni Al Castello Superiore di Marostica - Tel: 0424 73315 - info@castellosuperiore.it

Leggi

XXVIII^ Rassegna "A Tavola con Merlin Cocai" - Pentole e Monasteri

La cucina è una delle tante voci in cui si esprime una civiltà e varia con il variare di questa
- Cesare Marchi,"Quando siamo a tavola" - Milano, Rizzoli, 1990.
Pentole & Monasteri è una attenta ricerca che attraverso sette tematiche:
La prima: I frati raccoglitori - Otello Fabris e Roberto Stringa, nella splendida cornice del Chiostro del Monastero di Santa Croce a Campese, presentano il libro "De l'Humanità del Figliuol di Dio" di Teofilo Folengo con letture di Marica Disegna. La soconda: La vita quotidiana in convento -  dedicata a San Miche Arcangelo. La terza: Il trattamento dell'ospite - Giancarlo Andretta racconta quale era l'alimentazione nei monasteri dei vari ordini religiosi. La quarta: I giorni di festa - Massimo Caneva tratta sulla misurazione del tempo. La quinta: l'Astinenza - Otello Fabris racconta la cucina campana nei ricordi folenghiani. La sesta: la penitenza contraffatta  - Giancarlo Andretta relazione sull Anno liturgico e alimentazione. La settima e conclusiva ha per tema le "Invenzioni" dei conventi - Otello Fabris chiude la rassegna parlando dell' eremitaggio nelle pagine del Folengo.
Interessanti e piacevoli anche tutti gli spartiti proposti ad ogni appuntamento.
Qui illustro lo spartito dedicato all'Astinenza elencando solo i cibi e non il vino che comunque era sempre presente nelle mense conventuali. Un antipasto di: Frittelle di cipolle nostrali asolane, Verdure in gelatine di diversi colori, Insalata di fagioli di Pierio Valeriano, canonico lateranense, con sedani e cipolla rossa. Due primi, una minestra di cipolle per giorni quadragesimali e strangolapreti al bacalà. Un secondo composto da Luzzo arrostito al testo accompagnato da diverse radiche glassate e Patinache al botyro. Come dessert la Torta di zucca nostrale.

ALLA CORTE ESTENSE - XXVII^ RASSEGNA A TAVOLA CON MERLIN COCAI

Presso l’Antica Locanda “Al Cappello” di Mel si è conclusa la XXVII^  rassegna  “A Tavola Con Merlin Cocai”. Il filo conduttore della rassegna è stato “Cosa mangiavano e dicevano Ariosto e Folengo quando aprivano la bocca”. Questo ultimo incontro ha avuto per tema “Folengo e i tre Ferraresi”. Il Presidente Otello Fabris ha tenuto la dotta orazione sull’argomento e, a conclusione ha intrattenuto i partecipanti illustrando con diapositive le giornate di studi  folenghiani  effettuate a Massa Lubrense e aventi per tema “I Folengo nella Terra delle Sirene”. Questa importantissima manifestazione è stata organizzata dall’Associazione Internazionale per gli Studi Folenghiani "Amici di Merlin Cocai" e dall’Archeoclub di Massa Lubrense, sostenuta dall’Amministrazione Comunale e appoggiata dal Centro Studi “BartolommeoCapasso” di Sorrento, dalla Pro Loco “Due Golfi”, dall’Associazione “Torca-Crapolla”, dal Servizio Civile Nazionale e dalla Confraternita del SS. Rosario di Sant’Agata, dove è stato ospitato l’evento nel suo oratorio. Si è parlato  dei rapporti dei fratelli Folengo con Massa e, in particolare, con Crapolla, dove i due benedettini hanno trascorso alcuni anni di vita eremitica agli inizi degli anni Trenta del ‘500. Testimone di questo soggiorno è una parte cospicua della loro produzione letteraria, come l’Umanità del Figliuolo di Dio, lo Ianus, il Varium Poema e la redazione Cipadense del Baldus di Teofilo e i Pomiliones di Giambattista. Era presente anche una folta delegazione dell’Associazione Internazionale per gli Studi Folenghiani “Amici di Merlin Cocai” di Bassano del Grappa guidata dal Presidente Otello Fabris, tra i maggiori studiosi italiani dei fratelli Folengo. Come al solito la conclusione con uno spartito dedicato alla Corte Estense con portate tratte dal C.Messi Sbugo, Banchetti e Composizioni di viavande, Venezia 1557. Dopo il lauto banchetto un brindisi conviviale con l’arrivederci a settembre per l’inizio della XXVIII^ Rassegna.

I FOLENGO NELLA TERRA DELLE SIRENE

AMICI DI MERLIN COCAI - IL PRINCIPE BIANCO INCONTRA LA REGINA ROSSA

GIOVEDI' 31 MAGGIO 2018  A MAROSTICA PRESSO IL "CASTELLO DA BASSO" A CURA DEL MACARONICORUM COLLEGIUM SI TERRA' LA GIORNATA DELLE CONFRATERNITE ENOGASTRONOMICHE VICENTINE NELL'AMBITO DELLA 74^ MOSTRA MERCATO DELLA CILIEGIA DI MAROSTICA IGP.
Prenotazioni Al Castello Superiore di Marostica - Tel: 0424 73315 - info@castellosuperiore.it