Quasi una ventina, le realtà enogastronomiche, arrivate anche da Lombardia e Piemonte, che hanno accettato l’invito delle Confraternite del Formaggio Piave, della Pasta Fresca, della Sopressa di Bassano e del Circolo Leoniceno dei Colli Berici (i quattro soggetti che, poco più di un anno fa, avevano lanciato il ‘Tabarin dell’Amicizia’) e hanno preso parte, a Pedavena, all’intercapitolo.
“Una scelta – come ha ricordato Fabio Bona, presidente della ‘Piave’ – che, da un lato, risponde all’evidente opportunità di mettere assieme idee, progetti e risorse; e, dall’altro, permette di iniziare a costruire la ‘massa critica’ fondamentale per poter cogliere le possibilità connesse con la recente legge regionale”.
Per porre l’accento sull’importanza del provvedimento regionale (e, anche, sul ruolo propositivi esercitato proprio dalla Confraternita del Formaggio Piave’), a Pedavena c’erano i consiglieri regionali Cristina Guarda, Maurizio Conte e il bellunese Franco Gidoni, relatore del provvedimento, che hanno anche consegnato a Fabio Bona il ‘Leone di San Marco’.
Nei loro interventi, tutti tre hanno rilevato come l’azione delle Confraternite sia altro e molto di più di una serie di momenti conviviali. Piuttosto, si tratta di un’azione – discreta ma continua – che punta a valorizzare aspetti culturali non meno che gastronomici del territorio. Per questo, il Regolamento che sta per essere pubblicato, fornirà le linee guida degli interventi.
Un convinto apprezzamento per l’attività delle realtà venete e per l’adozione della legge regionale è arrivato dal presidente nazionale della FICE (Federazione Italiana Circoli Enogastronomici), Marco Porzio.
Infine, a conferma della vivacità delle Confraternite venete, nel corso dell’incontro c’è stata la cerimonia in investitura di nuovi soci.
CONFRATERNITA DEL FORMAGGIO PIAVE D.O.P. – c/o Lattebusche
Via Nazionale, 59 – 32020 Busche di Cesiomaggiore ( BL) Italia – codice fiscale 91017280255
Tel. 0439.319203 – Fax 0439.319318 – E-mail: confraternitadelformaggiopiave@yahoo.it
Graziano Rosi, Efren Merlo, Tonino Pitzianti e Stefano Rigon (per la Confraternita della Soppressa); Martino Puppetti, Vito Comiotto, Pierluigi Bassanello, Fabio Costan Zovi, Turiddo Varaschin, Rosé Mortagna e Bortolo Callegher (Confraternita del Formaggio Piave dop).
Allegato Allegato