Il giorno 18 novembre 2017, i Castellani e le Castellane del Chiaretto si sono riuniti in convivio e hanno pranzato presso la Locanda Avanguardia di Solferino.
Solferino è il comune in provincia di Mantova famoso per la battaglia di Solferino e San Martino del 24 giugno 1859, combattuta tra l’esercito francese, l’esercito piemontese e quello austriaco durante la seconda guerra d’indipendenza, nonché per la fondazione della Croce Rossa da parte di Henri Dunant, che fu decorato Premio Nobel per la pace nel 1901 (primo anno in cui venne assegnato tale riconoscimento).
Il pranzo è stato a base di piatti genuini, tradizionali e tipici della zona ed è iniziato con tre prime portate; passatelli in brodo, capunsèi al burro fuso e agnolini di carne al burro fuso e salvia. I capunsèi, detti anche “gnocchi di pane”, dalla forma cilindrica affusolata, sono un tipico prodotto della cucina contadina mantovana, molto sostanzioso, che possono essere consumati sia in brodo che in asciutto conditi con burro fuso o ragu. Gli ingredienti principali sono il pane raffermo, uova, grana padano, noce moscata, prezzemolo.
Come secondo abbiamo scelto la specialità dell’Avanguardia, cioè dieci tagli di carne tra bolliti ed arrosti serviti al tavolo dal carrello caldo, accompagnati con salse a scelta: cren, mostarda mantovana, salsa verde salsa ai peperoni piccante e paté di olive verdi; quindi pearà e contorni caldi a scelta dal carrello. La pearà è una salsa della cucina contadina povera a base di pane raffermo, midollo di bue, brodo di carne e pepe.
Per chiudere, il dolce tipico mantovano: la sbrisolona con grappa o con crema al mascarpone.
Il pranzo è stato accompagnato dai vini della cantina Bertagna di Cavriana: Cabernet e Merlot.
Un’altra iniziativa all’insegna della buona tavola, del buon bere e della buona compagnia!