Il 17 dicembre, l'Ordine dei Cavalieri del Grappolo d’Oro - Feudo di Imperia, ha  celebrato il raggiungimento dei primi 40 anni di vita.
Alla ricorrenza, festeggiata con una cena  in un noto ristorante di Imperia  hanno  partecipato numerosi Soci  e diversi invitati.

Un po’ di storia. Le notizie sulla costituzione del Feudo di Imperia sono state assunte  da una  lettera inviata nel 2003 dal presidentissimo, Francesco Mazzoli, che partecipò in prima persona alla ricerca di quanti potessero rappresentare l’iniziale nucleo del Feudo. Individuò presto Tommaso  Lupi,  titolare dell'Enoteca Val Arroscia  ad Oneglia, e il farmacista. Mario Silvestro. Da cosa nasce cosa e il gruppo si era andato allargando fino a rendere possibile la costituzione del Feudo di Imperia dell'Ordine dei Cavalieri del Grappolo d'Oro quale costola di quello di Savona già attivo dal 13 novembre 1974. La cerimonia di intronizzazione di questo primo  nucleo di Cavalieri Imperiesi, presieduta  dal Gran Maestro dell'Ordine Giovanni Brusa, si tenne presso il Ristorante “dalla Beppa” ad Oneglia Qualche settimana dopo fu  indetta una riunione conviviale all'insegna del vino vermentino, presso il Ristorante ‘Vallechiara’, a Diano Castello dove, alla  presenza  di Mazzoli, in qualità di Reggente Federale,  venne eletto il primo Castaldo (Presidente), Giuseppe Romano Spica, medico provinciale di Imperia.  Durante la serata fu formulata la domanda per l'iscrizione  alla F.I.C.E. e – nella stessa occasione - aderirono  all'Ordine altri otto Cavalieri. Negli anni successivi, alla guida del Grappolo d’Oro si sono succeduti Nicola Risiglione (1978), Cesare Giromini (1986), Danilo Riva (1987) e infine, dal 1993, Roberto Ferraro.