La polenta, piatto tipico bergamasco tornato protagonista nelle case e nella ristorazione, è uno dei richiami non trascurabili per il turismo enogastronomico in terra orobica soprattutto in tempi di passione per il cibo.
Con la precisa motivazione di difendere la tipicità della polenta come veicolo di promozione del territorio, è stato costituito, già nel 1976, l’Ordine dei Cavalieri della Polenta, oggi retto da Mario Lameri.
Ogni anno, l’ultima domenica di settembre, su invito di questo Ordine, si svolge in terra bergamasca il raduno di confraternite enogastronomiche dell’Alta Italia.
Anche quest’anno le delegazioni sono giunte numerose, capitanate dallo stesso presidente nazionale della Fice-Federazione italiana circoli enogastronomici, Marco Porzio di Novara.

La giornata vive sempre in due momenti, il primo culturale (quest’anno è stata scelta la visita alle tre sagrestie della Basilica di San Martino in Alzano Lombardo, vero capolavoro dell’arte dell’intarsio e della scultura) e il momento enogastronomico vero e proprio, che non poteva avere sede migliore del ristorante Roof Garden all’ultimo piano dell’Hotel Excelsior San Marco, da dove si gode la più completa e seducente visione del profilo di Bergamo Alta.
Oltre che agli ospiti venuti da Veneto e Piemonte, la location era sconosciuta a diversi soci dell’Ordine dei Cavalieri della Polenta, che pure sono rimasti ammaliati dal panorama.

Così come poi sono rimasti entusiasti del menu preparato per la circostanza dal cuoco Giampietro Semperboni: prima un ricchissimo aperitivo con Prosecco di Valdobbiadene Docg Bellussi, quindi un ottimo risotto Carnaroli “Riserva San Massimo” al Branzi Dop e riduzione di Braulio; stracotto di vitello al Valcalepio Bianco Doc con polenta taragna; formaggi con polenta gialla bramata; tortino di pere e cioccolato con crema chantilly; caffè con piccole dolcezze per concludere.

Perfetti i vini selezionati da Rinaldo Mozzi (Soave del Piave Dop Cà delle Rose 2016; Refosco dal Peduncolo Rosso Doc Feudi di Romans 2016; Moscato d’Asti Docg “Gocce di Sole” Aliberti 2016). Attento e puntuale il servizio sotto l’occhio esperto del responsabile di sala Mirko Magoni.

Un doveroso ringraziamento è stato espresso dal Gran Maestro Lameri agli sponsor che hanno fornito ottime materie prime: le farine da polenta della Moretti spa, che ha presentato anche le sue uova sode prodotte da Cascina Italia; il caseificio Arrigoni Battista spa di Pagazzano che ha fornito i suoi premiatissimi formaggi, in particolare il Gorgonzola Dolce e il Taleggio; infine i vini Valcalepio Doc della Cantina Quattroerre dei Fratelli Rota di Torre de’ Roveri che ha fornito le bottiglie da regalare agli ospiti venuti da fuori provincia in ricordo della giornata in amicizia e della produzione vinicola bergamasca.