Gli appuntamenti del nostro Club alla ri-scoperta del territorio della Tuscia sono proseguiti con il mese di ottobre sulla riva sud del lago di Bolsena, il più grande lago vulcanico d’Europa.

Girando per viuzze e piazzette abbiamo conosciuto la storia e le curiosità di un piccolo villaggio di pescatori che entra nel feudo della potente famiglia Farnese, e percorrendo il tracciato delle mura medievali siamo giunti alla torre con l’orologio che domina il paese.

Accompagnati da una studiosa di storia locale ci siamo addentrati tra i borghi che componevano il castello, e abbiamo conosciuto i personaggi e gli aneddoti più interessanti della storia di Marta.

Abbiamo proseguito la parte enogastronomica presso una vecchia osteria, La Jolanda, un tempo frequentata dai pescatori ed oggi diventata una trattoria tipica, ancora gestita dai discendenti della “Zi’ Jolanda”.

E qui il nostro palato si è deliziato con i latterini e l’anguilla fritta, il coregone marinato, l’antica minestra di quadrucci con la tinca, il coregone alla griglia con le patate locali e per finire la pesca, tipico dolce martano, con la cannaiola, un vino tipicamente locale.