Domenica 13 ottobre si è celebrato il 5° Convivio Amici Ossola Enogastronomica intitolato: Alla scoperta dell’Ossola – Profumi Colori Sapori.

I Soci si sono ritrovati con l’Accademia delle Costine e la Confraternita del Tapulon (l’Asino) indossando i propri Paludamenti in piazza di Santa Maria Maggiore per accedere poi in Municipio alla Sala del Sindaco.

Il Presidente Portinaro ha posto un sentito ringraziamento a tutti i presenti evidenziando l’aspetto valoriale dell’attività enogastronomica dell’Associazione intrisa di cultura per l’interesse storico, artistico, culturale ed enogastronomico del territorio a cui di volta in volta si riferisce; ha ringraziato della presenza il Sindaco Claudio Cottini che ha posto il saluto dell’Amministrazione evidenziando le caratteristiche artistiche, naturalistiche e storico culturali che richiamano l’interesse turistico al paese; ha apprezzato perciò la scelta della visita ai due Musei, che si possono definire “una chicca di Santa Maria”, la Casa del Profumo e il Museo dello Spazzacamino, ha inoltre ricordato l’importanza di Vigezzo “Valle dei Pittori” e della Scuola di Belle Arti Rossetti e Valentini, in commiato ha richiamato all’attenzione di tutti i presenti la bellezza della Villa, sede del Comune, evidenziandone le bellezze artistiche, pittoriche e di architettura strutturale immerse nel circostante verde parco.

Si è poi proceduto alla visita del Museo dello Spazzacamino dove la guida Graziella Gnuva ha presentato le pagine di storia degli Spazzacamini, soprattutto evidenziando l’emigrazione dei cittadini e l’uso della mano d’opera infantile per la pulizia delle canne fumarie, ha poi accompagnato gli invitati lungo il percorso del museo.

Sempre in mattinata si è proseguito alla visita della Casa del Profumo, i presenti sono stati accolti dalla giovane Sara Ferrari che con grande disinvoltura illustrativa e preparazione ha guidato il percorso presentando la storia dell’Acqua di Colonia invenzione vigezzina di Farina e Femminis e le caratteristiche dei Costumi Vigezzini esposti.

Si è conclusa la prima parte storico culturale del Convivio con un aperitivo nella Serra gustando salumi del Salumificio Pierino Bona e formaggi locali della Latteria di Santa Maria per poi ritrovarsi presso l’Albergo Ristorante la Jazza e procedere al momento conviviale enogastronomico.

La tavola è stata preparata con eleganza in conformità al galateo enogastronomico con il grappolo a 4 bicchieri, le doppie posate, quelle da dessert, i tovaglioli a cono rovesciato e la guarnizione di fiori di campo.

Il menù si è caratterizzato con portate autunnali, un antipasto di cotechino e peperoni in bagna cauda addolcito da polentina al gorgonzola; due varietà di primi risotto ai funghi di stagione e risotto ai mirtilli di bosco; un secondo di coscia intera di maiale al forno servito al taglio, con patate vigezzine al forno e verdure e funghi; un fresco assaggio di toma nostrana di monte; come dessert una omlette norvegese, il tutto annaffiato da barbera d’Asti e bianco Cortese, caffè e liquori.

Al termine il Presidente ha presentato e ringraziato Pietro e Caterina Mellerio per l’accuratezza e bontà gastronomica delle componenti il menù e l’elegante mise en place e servizio.

Con le Confraternite ci si è scambiati i doni di ricordo con i rispettivi distintivi e guidoncini e a tutti un caloroso arrivederci!   Guido PORTINARO