Condizionati purtoppo dalla pandemia, gli appartenenti alla confraternita hanno festeggiato, anche se in tono minore, il loro annuaale capitolo nelle terre canavesane, ospiti del Molino Roccati di Candia e delle Cantine Giacometto di Caluso. La giornata è iniziata con la visita alle cantine Giacometto e successiva degustazione. Il padrone di casa ha proposto tutti i suoi vini rigorosamente biologici abbinati a ottimi formaggi, a partire dal metodo classico terminando con un eccellente passito. A seguire trasferimento a Candia dove Maura e Piero Roccati hanno prparato un ottimo pranzo dal menù " Una volta a Candia si mangiava così" proponendoci prodotti tipici del luogo soprattutto il rarissimo luccio del lago accompagnato dalla polenta con farina da loro prodotta con grani rigorosamente piemontesi. I vini delle Colline Novaresi hanno accompagnato le portate. Al termine intronizzazione di Bruno Giacometto e la consegna del gagliardetto FICE da parte del Presidente Marco Porzio ai padroni di casa.