L’ANTICA CUNSURTARIJA DAL TAPULON DI BORGOMANERO FESTEGGIA IL 19° COMPLEANNO RICORDANDO GIGI MERCALLI E CON l’INTRONIZZAZIONE DI UNDICI NUOVI SOCI  

L’Antica Cunsurtarija dal Tapulon si Borgomanero ha festeggiato domenica 15 maggio il 19° compleanno.

Venne infatti ricostituita nel 2003 su iniziativa di un gruppo di borgomaneresi con il dichiarato obiettivo di salvaguardare le tradizioni e la cultura locali iniziando proprio dal piatto tipico, il tapulone a cui due anni fa era stata attribuita la De.Co. cioè la denominazione comunale.

La festa si è tenuta all’Hotel Tre Stelle di Briga Novarese e ha visto la partecipazione anche dei rappresentanti di tre Confraternite enogastronomiche: l’Ordine dei Maestri Coppieri di Aleramo, la Confraternita della Mozzarella di bufala campana e quella del Tortello Cremasco.

Nel suo intervento il presidente della Cunsurtarija, Carlo Panizza ha ricordato ad un anno dalla scomparsa, il Gran Cerimoniere Gigi Mercalli che, ha evidenziato Panizza, “sino all’ultimo aveva dedicato le sue energie alla nostra associazione”.

Ringraziamenti sono stati rivolti al cerimoniere Giuseppe De Gasperis, alla segretaria Franca Gattoni Mercalli, ai consiglieri Daniele e Tiziano Godio, a Gianni Zaninetti e allo storico Alfredo Papale, grazie ai quali la festa ha riunito oltre settanta commensali.

Un grazie sentito è stato rivolto anche a Roberto Bernardelli: sua è stata l’idea di dedicare un piatto di fine ceramica al tapulone. 

E’ stata anche l’occasione per “intronizzare” undici nuovi soci: Augusto Bertoni, di professione macellaio; Massimo Carlotto, responsabile del controllo di gestione di un’azienda metalmeccanica; Carlo Attilio Cavigioli, impiegato; Silvio Cerutti, agente immobiliare; Elisabetta Donetti, laureata in scenografia; Barbara Ferrarese, giornalista e docente di informatica; Alberto Fontana, impiegato; Fabrizio Lombardini, pensionato; Ettore Tettoni, Comandante della Polizia Locale di Borgomanero; Massimo Zanetta docente di lettere alla scuola media “Piero Gobetti”; Diego Zaninetti, bancario e diplomato sommellier Ais.  

Tutti i nuovi soci prima di ricevere il “collare” hanno dovuto pronunciare a voce alta il motto della Cunsurtarija “fa dal ben e lassa zì” (fa del bene e lascia che gli altri dicano).

Il Sindaco di Borgomanero Sergio Bossi, da diversi anni socio della Cunsurtarija, ha rivolto ai presenti un saluto a nome dell’amministrazione comunale.

Applausi speciali sono stati riservati ai “decani” dell’associazione: Floriano Facchin, 87 anni magnificamente portati, già imprenditore dell’omonima azienda di trasporti internazionali e il geometra Rolando Donetti, 89 anni, già presidente dell’Unità Sanitaria Locale, nonché papà della nuova socia Elisabetta, assente per motivi di salute.